Giornale Locale

Raid e pattugliamenti dei Carabinieri di Nola, lavoro a nero, vendita di alcolici a minori e droga

di Sara Esposito 03/03/2020 21:40

CORRELATI

...

...

....

Nola, i Carabinieri della zona provinciale di Napoli iniziano a pattugliare la zona centrale della città, scoprendo così una situazione drastica: molti dei commercianti nelle vie dello shopping e della ristorazione impegnati in vendita di alcolici a minori, lavoro a nero, e abuso del reddito di cittadinanza.

Nel corso dei pattugliamenti, i Carabinieri hanno rintracciato il proprietario di un noto locale situato in Piazza Giordano Bruno, recidivo per vendita di alcolici a minori. Il commerciante, infatti, era stato già denunciato in precedenza per lo stesso problema in un altro suo locale. 

La sezione delle Forze dell'Ordine per l'Ispezione del lavoro, si è dunque attivata, e in poco tempo ha scovato una quantità cospicua di persone impegnate a lavorare nell'ambiente ristorativo senza alcun tipo di contratto. Sono state identificate 83 persone, per un danno alle casse dello Stato di oltre novantamila euro. In un ristorante della zona, addirittura solo due persone in tutta la struttura possedevano un contratto regolare, mentre altre tre ricevevano oltre al compenso "a nero" anche il reddito di cittadinanza.

Ad aggravare questa situazione l'utilizzo di sostanze stupefacenti, due giovani, infatti, uno dei quali ancora minorenne, sono stati segnalati per possesso di hashish.

É una situazione che purtroppo porta con sè numerosi pregressi, non è la prima volta che il comune di Nola riceve attenzioni da parte dell'Ispettorato del lavoro. Le circostanze sono drastiche, l'illegalità sui contratti lavorativi è ancora molto radicata e soltanto maggiori e costanti controlli da parte delle Forze dell'Ordine potranno portare condizioni di lavoro più legali, e nel frattempo si spera che questo sia un altro passo verso il cambiamento.