Doctor Sleep: la luccicanza torna a far discutere

Doctor Sleep è il sequel del film cult Shining diretto da Stanley Kubrick nel 1980. La pellicola non piacque né all'autore del libro Stephen King né alla critica. Shining sarà apprezzato solo tanti anni dopo. 
Nel 2013 l'autore decide di far uscire un libro non direttamente collegato al primo, ma che ne riprende uno dei protagonisti: Danny Torrence. 
Così nel clima di rival che caratterialmente quest'epoca, Mike Flanagan, regista della serie horror Hill House, ha deciso di farne un film. 
È al centro della storia la luccicanza, letteralmente Shining, di Danny che una volta cresciuto decise di rinchiudere i fantasmi, queste visioni terrificanti all'interno di alcune scatole. La parte iniziale del film ricorda molto Il sesto senso per le atmosfere e la suspance. 
Danny si porta ai suoi problemi fino all'età adulta, dove sfociano in un alcolismo incontrollato. Viene nuovamente introdotto Tony, una sorta di fantasma buono che dovrebbe aiutarlo e che ricorda moltissimo "il dito" del padre.

Il film farà sempre in modo di riprendere il libro, ma ci riuscirà fino in fondo? Danny, interpretato da Edward Norton sconfiggerà i propri fantasmi?