Sport & Calcio

Giornale Live

Accadde oggi: 25 marzo 2010, Napoli-Juventus 3-1

di Francesco Piscopo 25/03/2020 13:58

CORRELATI

Ipotesi derby di Genova a Bolzano

La ripresa del campionato di Serie A e della Coppa Italia è...

31/05/2020 10:59

Leggende del Napoli: Hasse Jeppson, quando all'ombra del Vesuvio "cadde il Banco di Napoli"

Occhi di ghiaccio, come quelli presenti nella sua Svezia, capelli...

30/05/2020 12:40

Il calendario della ripartenza della Serie A

Ci siamo, dal 20 giugno riparte ufficialmente il campionato. La Serie...

29/05/2020 18:57

Serie A 2009/10, posticipo della 30ªgiornata: il Napoli di Mazzarri, reduce da un pareggio per 1-1 contro il Milan, affronta, tra le mura amiche, la Juventus di Zaccheroni, sconfitta pochi giorni prima dalla Sampdoria per 1-0.

Il match è quasi decisivo come uno spareggio tra le due compagini, poiché entrambe erano in lotta per la qualificazione all’Europa League. 3 punti in più per i piemontesi  e 8 partite ancora da giocare, compresa quella del 25 marzo.

Al San Paolo, la Juventus passa subito in vantaggio con Chiellini al settimo minuto di gioco. Nonostante il rigore sbagliato da Hamsik, sarà proprio quest’ultimo a rimediare, segnando al 50’ il gol dell’1-1.

La Juve è in netta difficoltà. Gli azzurri ci provano più volte a sorprendere Manninger ma il gol-vittoria arriva soltanto al 27’ del secondo tempo: cross di Hamsik che ricambia il favore a Quagliarella, quest’ultimo la mette dentro di testa, anticipando i difensori juventini.

I bianconeri cercano di attaccare fino alla fine,  ma il vero e proprio “spavento” arriva solo a 5 minuti dal termine del match, con un tiro di Marchisio da fuori area, che non fa trovar impreparato Morgan De Sanctis.

A due minuti dal triplice fischio arriverà anche il terzo gol, quello del KO definitivo. Assist di Cigarini dalla sinistra e gol di Lavezzi che supera il portiere austriaco.

Il Napoli torna alla vittoria dopo un digiuno di 9 partite, aggancia la Juve e prosegue la sua corsa verso l’Europa League; obiettivo che centrerà a fine campionato, classificandosi al sesto posto e superando i play off, in estate, contro l’Elfsborg.