Sacripanti post Biella-Napoli:” Speriamo sia una buona lezione per poter crescere”

La Generazione Napoli Basket perde in trasferta contro l’ Edinol Biella 72-63.

Le parole del coach Stefano Pino Sacripanti durante la conferenza post gara al Biella Forum:

"Biella è una squadra ben costruita, sia per atletismo che per fisicità allenata peraltro in maniera molto intelligente per sfruttare queste caratteristiche. Dal punto di vista fisico può anzi essere considerata una squadra di Serie A visto che può contare su giocatori come Saccagi e Polite.
Questo permette loro di poter rimediare prontamente ad ogni errore mentre costringono l'avversario a dover mettere in pratica una pallacanestro diversa da quella voluta.

Noi purtroppo abbiamo avuto fuori un giocatore importante come Massimo Chessa. Gli altri dovevano darci di più, invece le statistiche raccontano che nel secondo quarto quando il nostro terminale offensivo migliore è andato in panchina abbiamo cominciato ad attaccare male e difendere peggio. Nel momento in cui abbiamo avuto questa mancanza abbiamo consentito un comodo break ad una squadra atletica e fisica come Biella, che peraltro giocava in casa.

Non ho tanto da dire ai miei giocatori se non che dobbiamo essere consapevoli che ci sono momenti della partita dove abbiamo qualche difficoltà offensiva e dobbiamo essere più bravi in difesa, magari congelando la palla in attacco.

Abbiamo tenuto Biella a 72 punti, e questo è positivo, ma se vuoi vincere a Biella senza Chessa e con Roderick con problemi di falli non ti puoi permettere di perdere il secondo quarto 27-18.


Il primo posto di Biella e meritato, visto che fanno una pallacanestro da categoria superiore. Noi torniamo a casa con zero punti, però speriamo che sia una buona lezione per poter crescere."

 

Con Chessa ancora infortunato, la Ge. Vi. del presidente Grassi mercole 4 dicembre affronterà la squadra di Torino fuori casa.