Quotidiano Sportivo

Sport & Calcio

Napoli, Gattuso: “Ho in testa la formazione anti-Barcellona, la partita ha fatto incattivire entrambe le squadre”.

di Francesco Piscopo 01/08/2020 23:48

CORRELATI

Azzurri fuori agli ottavi. Non riesce l'impresa: le pagelle

La pagella del Napoli Ospina: 5,5 Quattro gol in 45 minuti non possono...

09/08/2020 10:59

Gattuso: "Sono un pizzico deluso, potevamo fargli male. Il Barcellona non stava benissimo. Pirlo alla Juve? Mo so' c***i suoi"

Il Napoli cade al Camp Nou. Finisce 3 a 1. A nulla serve il goal di...

08/08/2020 23:40

Napoli sconfitto da Messi in 30 minuti

Otto agosto 2020. Di solito in queste serata calde ed umide ci si...

08/08/2020 23:00

Chiusura in bellezza per il Napoli di Gattuso che batte la Lazio per 3-1 grazie ai gol di Fabian Ruiz, Insigne e Politano. 7°posto in campionato per gli azzurri ma con assicurata qualificazione ai gironi di Europa League grazie alla vittoria della Coppa Italia lo scorso 17 giugno.

L’allenatore del Napoli, Rino Gattuso parla così ai microfoni di Sky:

Partita sentita e nervosa? "Da anni il calcio italiano è cambiato anche nella mentalità, nessuno regala niente neanche alla fine. Oggi io meritavo l'espulsione, ho fatto un po' di caciara. C'è stata qualche parola di troppo, ci siamo detti qualcosa. Ho esagerato, bisogna essere onesti. La partita ha fatto incattivire entrambe le squadre".

Vi siete chiariti con Inzaghi? "Mi piace farlo dopo. Devo stare calmo o faccio ancor più danni. Ripeto, ho sbagliato, dovevo essere cacciato".

Ha provato l'undici per Barcellona? Come valuta le prestazioni di Maksimovic e Lobotka? "La squadra mi è piaciuta anche oggi. Nel secondo tempo più che nel primo. Nella testa ce l'ho la formazione, ma vediamo in questi giorni con i recuperi dei giocatori. Proveremo a scrivere una pagina importante per questo club e questa città".

Sui calciatori: "Per giocare queste partite bisogna avere un vissuto. A volte ai calciatori bravi per diventare molto forti serve il vissuto e bisogna crescere su quest'aspetto".

Come si potrebbero creare problemi al Barcellona? "Dopo il lockdown abbiamo provato a fare qualcosa di diverso. A tratti facciamo pressione ultra-offensiva, a tratti aspettiamo più bassi. Dobbiamo fare tutte queste cose. Lì bisogna andare a rischiare qualcosa in più perché si parte da 1-1. All'inizio la squadra non sapeva fare la prima pressione, adesso siamo migliorati".