Quotidiano Sportivo

Sport & Calcio

Napoli senza soste, quinta vittoria consecutiva: le pagelle

di Ronald Abbamonte 29/06/2020 07:42

CORRELATI

Sorteggi Champions

La Champions League riparte il 7 - 8 agosto con le restanti gare...

10/07/2020 12:35

Espugnata Genova. Azzurri con il vento in poppa-Le Pagelle

Le pagelle del Napoli Meret : 6,5  In una serata di scarso...

09/07/2020 09:50

Genoa, Nicola: “Oggi il miglior Genoa, meritavamo il pareggio”.

Parla così l’allenatore dei rossoblu, ai microfoni di...

08/07/2020 22:46

Le pagelle del Napoli

Meret 6: ritorna tra i pali, in nome dell’alternanza che caratterizzerà questo finale di stagione. Prestazione attenta e zero responsabilità sul gol del pareggio di Petagna. Sempre concentrato nelle rare occasioni in cui è chiamato in causa.

Hysaj 5,5: troppo molle in occasione dell’azione che porta la Spal al pareggio, dove si fa superare da Fares e Reca. Cresce alla distanza non disdegnando di proporsi in fase avanzata.

Maksimovic 6: prestazione sufficiente che gli consente di confermare il momento positivo di forma. La fatica delle tante partite ravvicinate probabilmente gli toglie un pizzico di dinamismo non togliendo nulla a una serata più che dignitosa.

Koulibaly 6: al pari del suo collega di reparto concretizza una prestazione di sufficienza piena. Decisivo un suo intervento nella prima frazione di gioco. Per il resto rimane attento e preciso fino al momento della sostituzione nei minuti finali (dal 80’ Manolas s.v)

Mario Rui 6: serata tranquilla per il laterale portoghese che non commette alcuna sbavatura in copertura pur mostrandosi complessivamente meno preciso del solito (dal 80’ Ghoulam s.v.)

Fabian Ruiz 7,5: il migliore senza dubbio del centrocampo azzurro. Sempre dentro la partita, smista un gran numero di palloni invitanti per i compagni, fornendo anche due assist decisivi. Partita totale che conferma la costante crescita dello spagnolo.

Lobotka 6: sfrutta con disinvoltura e sufficienza l’occasione che Gattuso gli fornisce schierandolo tra i titolari. Pur senza strafare, svolge in maniera intelligente il compito tattico a cui è chiamato mostrando continuità, ordine e precisione.

Elmas 6: meno fumoso del solito riesce a dare sostanza alla sua prestazione e addirittura ad impreziosirla con l’ottimo assist fornito a Callejon in occasione del raddoppio.

Callejon 6,5: un altro gol da raccontare nella sua lunghissima militanza azzurra arrivata ormai ai titoli di coda. Appare in netta ripresa e meno involuto rispetto alle ultime incerte apparizioni. Non solo un gol importante ma anche tante iniziative degne di nota. Dal 75’ Younes 7: impatto clamoroso sul match, entra e segna al primo pallone sfiorando, poi, la doppietta personale)

Mertens 7: gli bastano una manciata di secondi per scrivere il suo nome tra i marcatori del match. Tocchi vellutati e giocate degne del suo repertorio gli consentono di realizzare una prestazione quasi perfetta. Sempre di più l’uomo dei record azzurri.  Dal 64’ Milik 6: cerca di tenere alto il pallone senza brillare particolarmente.

Insigne 7: ancora una prestazione di spessore per il capitano azzurro. Solo la sfortuna gli negherà la soddisfazione del gol personale. Un palo e gol annullato dal Var, gli impediranno di mettere anche la sua firma sulla partita. Dal 65’ Lozano 6,5: entra con il giusto piglio sfiorando il gol in un paio di occasioni e confermando i progressi di Verona.

All. Gattuso 7: alla quinta vittoria consecutiva riesce a mantenere alta la concentrazione del gruppo evitando rilassamenti e distrazioni dando continuità ai propositi di rimonta in classifica. Bravo a mantenere ogni singolo elemento della rosa al centro del progetto tattico e questo gli consente di poter contare su ognuno di loro in un momento in cui è fondamentale la gestione delle forze fisiche.

Le pagelle della Spal

Letica 5,5: che non lo attendesse una serata tranquilla era ampiamente prevedibile. Fa del meglio per evitare un passivo ancora più pesante. Magari il suo stile non sarà impeccabile ma nemmeno lo rende particolarmente colpevole sui gol subiti.

Cionek 5: va presto in confusione sulle offensive del tridente napoletano. Costantemente in affanno risulta sempre meno lucido e efficace.

Vicari 5: nonostante tanta buona volontà affonda presto insieme a tutta la difesa.

Felipe: 5,5: cerca di non smarrirsi e di dare stabilità alla sua retroguardia facendo leva sulla sua lunga esperienza. Non gli riesce.

Reca 5,5: parte bene rendendosi decisivo nell’azione del pareggio ma si spegne in pochi minuti. Dal 46’ Valoti 5,5: fa qualcosina in più rispetto a Reca senza tuttavia arrivare a sfiorare la sufficienza.

Fares 6: si conquista la sufficienza sfruttando qualità tecniche superiori alla media della sua squadra. Rimane in partita anche quando i compagni si smarriscono definitivamente.

Missiroli 5: presenza talmente impalpabile da rendere lecito domandarsi se fosse davvero in campo.

Murgia 5: qualche timido segnale di vita e nulla più nella serata del San Paolo. (Dal 75’ Dabo s.v).

Strefezza 5: avrebbe le qualità giuste per impensierire gli avversari ma se ne dimentica ben presto. (Dal 75’ D’Alessandro s.v).

Petagna 6,5: in quello che sarà il suo nuovo stadio si conferma attaccante completo in grado di far reparto da solo. (Dal 80’ Floccari s.v.)

Cerri 5: prestazione decisamente insufficiente per l’attaccante che non riuscirà mai a rendersi pericoloso né ad aiutare in qualsiasi altro modo la sua squadra. Dovrebbe mantenere alta la squadra e permettere l’inserimento offensivo dei centrocampisti. Ma nessuna delle due cose gli riesce.

All Di Biagio 5,5: sceglie una formazione più offensiva del solito con la chiara intenzione di giocarsi la partita. La scelta non lo premia né sotto il profilo del risultato né sotto il profilo della prestazione di squadra.