Blindare il 2° Posto, nient’altro!

Il Napoli di Walter Mazzarri è reduce dall’ottimo pareggio di Domenica scorsa contro il Milan, in una partita che ha permesso agli azzurri di mantenere i quattro punti in classifica che li separano dai rossoneri. Mentre questi ultimi se la vedranno con la Juventus, prima in campionato, i partenopei incontreranno il Cagliari al “San Paolo”. L’entusiasmo per l’esame di “San Siro” superato anche se non a pieni voti permetterà l’arrivo allo stadio di oltre quaranta mila spettatori che vorranno godersi una giornata di sole e il desiderio di abbracciare gli azzurri e di invitarli a restare fedeli al progetto Napoli. Walter Mazzarri in questa settimana ha provato e riprovato schemi e atteggiamenti tattici anti-Cagliari, con un Gamberini che domani sarà chiamato ad un duro lavoro di copertura e a mettere la museruola a due attaccanti veloci e tecnicamente dotati, come Sau e Ibarbo. Con ogni probabilità, l’ex Fiorentina sarà messo in campo da Mazzarri che dovrà fare i conti con le due squalifiche di De Sanctis e Campagnaro. Un problema in più per questo finale di campionato in cui si dovrà assolutamente blindare il secondo posto e in cui non si farà alcun turn over nonostante la lunga sfilza di diffidati: Cavani, Zuniga, Pandev, Gamberini, Behrami, Insigne, Maggio, Calaiò, Inler, Armero. Il Cagliari arriva a questa partita dopo l’inaspettata vittoria in casa contro l’Inter e quindi la squadra cercherà di espugnare il “San Paolo” anche perchè ha raggiunto un posto sicuro in classifica. Per l’allenatore azzurro le insidie della partita di domani sono molte come asserisce nella conferenza stampa di oggi: “L’anno scorso, la partita sbagliata con il Catania ci costò la qualificazione in Champions. E infatti per questa con il Cagliari sono molto teso. E’ un avversario molto pericoloso. Spero che i giocatori non considerino blindato il secondo posto dopo il pari con il Milan. Cercherò di martellarli: è una partita, quella di domani, più difficile di quella con i rossoneri. Chiedo l’aiuto del pubblico, ora contano i punti. Però è chiaro che se dovessimo vincere le prossime tre, sarebbe quasi fatta per la qualificazione diretta in Champions”. I precedenti vedono 20 vittorie del Napoli, 10 pareggi e 4 vittorie del Cagliari con 52 gol del Napoli e 23 dei sardi.

Probabili Formazioni:

NAPOLI (3-5-2): Rosati; Gamberini, Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Dzemaili, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani. All. Mazzarri

CAGLIARI (4-3-1-2) Agazzi; Perico,Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Nainggolan, Ekdal; Thiago Ribeiro; Ibarbo, Sau. All. Pulga

Ester Basile


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.