Le pagelle di Napoli-Inter 3-1

 

L’Inter crolla al “San Paolo” contro il Napoli, che si impone per 3-1 nel posticipo della 35esima giornata di Serie A con un Cavani straordinario: il migliore in campo senza dubbio. Nell’ Inter si salvano Alvarez, Cambiasso e Guarin.

Il Tabellino e le pagelle del match:

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini (17′ st Rolando), Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Dzemaili (21′ st Armero), Zuniga; Hamsik; Cavani, Pandev (40′ st Insigne) All.Mazzarri.

Inter (3-5-2): Handanovic; Ranocchia (38′ st Schelotto), Chivu, Juan Jesus; Jonathan, Benassi (1′ st Cambiasso), Kovacic , Kuzmanovic (38′ st Pasa), Pereira; Alvarez, Guarin All. Stramaccioni.

Marcatori: 3′ Cavani (N), 22′ rig. Alvarez (I), 33′ rig. Cavani (N), 33′ st Cavani (N)

NAPOLI

Morgan DE SANCTIS 6,5 – Un paio di interventi nel primo tempo, un rigore quasi intercettato che sarebbe stato un capolavoro. Nel complesso, una prestazione sicura.

Alessandro GAMBERINI 5,5 – Esce per problemi muscolari, prima fatica parecchio a tenere Guarin e Alvarez, che non gli danno mai punti di riferimento. (dal 62’ROLANDO 6 – Entra e l’Inter si spegne, non soffre mai)

Paolo CANNAVARO 6,5 – Il più sicuro del reparto difensivo in una serata nella quale i veloci attacchi nerazzurri solleticano più del dovuto i padroni di casa.

Miguel Angel BRITOS 6 – Se la cava, anche se in fase di impostazione e in velocità non sembra insuperabile. Vederlo come una certezza per il futuro è ancora difficile.

Christian MAGGIO 6,5 – Macina chilometri, soprattutto nel primo tempo quando arriva due volte a un passo dalla rete. Si spegne alla distanza.

Valon BEHRAMI 6 – Lottatore arcigno a centrocampo, dove chiude ogni varco e agevola non poco le ripartenze del Napoli.

Blerim DZEMAILI 6,5 – Splendido incursore da centrocampo in avanti, è arrivato al finale di stagione in condizioni fisiche eccelse. Ma anche lui, nel finale, deve rifiatare. (dal 66’ Pablo ARMERO 6 – Entra per dare il suo contributo in ripartenza, il match però finisce subito)

Juan Camilo ZUNIGA 6,5 – Se non ci fosse l’ingenuità che porta al rigore del temporaneo 1-1, sarebbe da 7 pieno. Una freccia a sinistra, si procura il penalty del 2-1.

Marek HAMSIK 6,5 – Si divora un gol fatto, ma è presente in ogni transizione del Napoli. Devastante quando si allarga a sinistra.

Goran PANDEV 7 – Partita eccellente dell’ex di turno. Regala due assist al bacio a Cavani, confermando un momento di forma strepitoso. (dall’85’ Lorenzo INSIGNE SV – Entra per concedere la standing ovation a Pandev)

Edinson CAVANI 8 – Sale a quota 101 in maglia azzurra con l’ennesima tripletta dal suo arrivo al Napoli. Senza dimenticarsi mai di dare un contributo non scontato in fase difensiva.

All. Walter MAZZARRI 7 – Una vittoria in scioltezza. I suoi sono maturi e sono pronti a godersi un finale di stagione esaltante.

INTER

Samir HANDANOVIC 5,5 – Meno sicuro di molte altre apparizioni. Qualche smanacciata provvidenziale, ma sul terzo gol esce male.

Andrea RANOCCHIA 4,5 – Recupera in extremis, ma non sta bene e si vede. Pronti, via ed è già tagliato fuori da Cavani. Tutto il resto è pura sofferenza. Perennemente in ritardo. (dall’82’ Ezequiel SCHELOTTO SV – Entra come cambio della disperazione)

Cristian CHIVU 5 – Dovrebbe dare equilibrio al reparto difensivo, in realtà è il ventre molle. Quando deve affrontare le ripartenze avversarie denuncia un passo “da ex”.

Juan JESUS 5 – Male, malissimo. Anche perché da lui ci si attende quella fisicità che manca al resto del reparto. Dormita pazzesca sul tris di Cavani.

JONATHAN Cicero 4,5 – Spinge poco e male, regala il rigore del 2-1 con un’ingenuità folle.

Zdravko KUZMANOVIC 4,5 – Chi l’ha visto? E, soprattutto, che acquisto è stato? (dall’82’ Simone PASA SV – Esordio in A per il talento della Primavera)

Mateo KOVACIC 6 – A tratti dà l’impressione di predicare nel deserto. Ci mette classe e cuore, contributo non indifferente per quello che è ancora un giovane da far crescere con calma.

Marco BENASSI 5 – Un primo tempo di pura confusione in campo, sballottato com’è tra interno destro e interno sinistro. (dal 46’ Esteban CAMBIASSO 6,5 – Il suo ingresso allontana l’inevitabile, fa l’impossibile in fase di raccordo e pressing)

Alvaro PEREIRA 5 – Qualche taglio nel primo tempo, ma sulla fascia nel complesso è un fantasma.

Fredy GUARIN 6 – Parte alla grande e spaventa per primo De Sanctis con una punizione potentissima. Poi alla lunga evapora per condizioni fisiche non delle migliori.

Ricardo ALVAREZ 6,5 – Il migliore dei suoi e non soltanto per il rigore dell’1-1 trasformato con freddezza. Il suo ottimo finale di stagione è una delle poche notizie rosse in quest’annata maledetta per l’Inter.

All. Andrea STRAMACCIONI 5,5 – Di più? Non poteva fare di sicuro.

Ester Basile


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.