La giornata dei Marcatori scatenati!

I migliori e i peggiori della 35a giornata di Serie A vedono bomber scatenati che stupiscono: un leggendario Klose fa cinquina; prima tripletta per Bergessio mentre l’immancabile Di Natale taglia per il quarto anno il traguardo dei 20 gol in campionato. Al contrario un Barreto disastroso costa al Torino la beffa col Milan. Inguardabili anche Romero e tutto il Bologna, umiliato dalla Lazio.

LUCI

Miroslav Klose: l’ultimo a segnare cinque gol in una sola partita in Serie A era stato il romanista Roberto Pruzzo, 27 anni fa, in Roma-Avellino. Sempre nello stesso stadio, è il tedesco della Lazio ad aggiornare la statistica firmando una personale cinquina nel tennistico 6-0 dei biancocelesti ai danni del Bologna. C’è poco da fare, con lui al centro dell’attacco è tutta un’altra Lazio.

Gonzalo Bergessio: il bomber argentino firma la sua prima tripletta in Italia (come anche Cavani). Tutti e tre i gol sono di pregevole fattura, come del resto quello bello ma inutile siglato la scorsa settimana col Milan a San Siro. Sempre poco reclamizzato, il suo nome può essere un’ottima soluzione per le cosiddette big per rinforzare l’attacco senza fare spese folli.

Antonio Di Natale: i suoi due gol sono di grande importanza perché gli consentono di arrivare per il secondo anno consecutivo al traguardo dei 20 gol in campionato. E soprattutto tengono più che mai i friulani in lotta per un posto in Europa. Nel capoluogo friulano gli hanno appena dedicato una statua, per la sua dedizione e costanza.

OMBRE

Christian Chivu: pronti via e viene preso d’infilata sull’assist al bacio di Pandev per il primo dei tre gol di Cavani. Poco sicuro e molto impreciso anche nel resto della partita. Insomma, il romeno è stato un mezzo disastro e non certamente memorabile la sua partita numero 200 in Italia.

Paulo Vitor Barreto: se il Milan è riuscito ad ipoteticare il terzo posto, prima che Balotelli bisogna ringraziare lo sciagurato brasiliano del Torino, che si divora due gol netti sottoporta facendosi neutralizzare in entrambi i casi da Abbiati quando il punteggio era ancora fermo sullo 0-0. Poi nel calcio si sa: gol sbagliato…

Sergio Romero: non è un cattivo portiere, ma a volte si ha la sensazione che gli manchino le basi. Non riesce a dare sicurezza ed è fuori posto sul pallonetto di Di Natale; fa l’ultima regalando a Muriel il gol del 3-1 rinviando addosso al colombiano, che non poteva fare altro che sfruttare il bel regalo.

Ester Basile


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.