Le pagelle di Bologna-Napoli 0-3

La gara importantissima per il Napoli a Bologna, si è conclusa con un 3-0 rotondo e fondamentale perchè regala la qualificazione diretta alla prossima Champions league senza passare, quindi, per i preliminari. Il distacco dal Milan è sufficiente e gli azzurri possono festeggiare questo meraviglioso obiettivo raggiunto. Il migliore in campo al Dall’ “Ara” è Marek Hamsik, che è il vero leader della squadra. Bene anche Dzemaili, Cavani e Cannavaro. Peggiori in campo sicuramente Pioli e Perez.

TABELLINO E PAGELLE

Bologna (4-2-3-1): Stojanovic; Motta, Sorensen, Carvalho (82′ Naldo), Morleo; Perez (55′ Pazienza), Taider; Kone (66′ Moscardelli), Diamanti, Christodoulopoulos; Gilardino.
A disp.: Agliardi, Krhin, Natali, Abero, Garics, Riverola, Pasquato, Gabbiadini. All. Pioli

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Rolando, Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami (22′ Inler), Dzemaili, Zuniga; Hamsik (78′ El Kaddouri); Cavani, Insigne (69′ Pandev).
A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Gamberini, Mesto, Donadel, Armero, Calaiò. All. Mazzarri

Marcatori: 53′ Hamsik, 63′ Cavani 67′ Dzemaili (N)

BOLOGNA

Dejan STOJANOVIC 5 – Nove gol presi in due partite. Anche questa sera colpevole almeno in occasione del rigore, quando stende Cavani per il rigore che chiude la partita. Un 1993 che non sta sfruttando l’occasione.

Marco MOTTA 5,5 – Va a tratti, soprattutto nel primo tempo. Soffre Zuniga a sinistra e nella ripresa viene surclassato.

Frederik SORENSEN 5 – L’ex Juventus sembra lento, in ritardo di condizione, impacciato. Cavani lo fa soffrire più volte. Regge nel primo tempo, crolla nella ripresa.

Roger De CARVALHO 5 – Male come il suo compagno di reparto. Non riesce nemmeno ad essere decisivo di testa, sua migliore caratteristica. Da rivedere. (Dal 82′ NALDO S.V.)

Archimede MORLEO 6 – Tanto cuore e tanta corsa per il mancino di fascia, che alla fine risulta uno dei meno peggio. Apprezziamo l’impegno.

Diego PEREZ 4,5 – Cattivo come pochi, ringhia su tutte le caviglie, prende l’ottavo giallo della stagione e finisce sostituito e inviperito. Non sembra la grinta paga. (Dal 55′ Michele PAZIENZA 5 Entra e il Napoli dilaga)

Saphir TAIDER 6 – Ci prova 3-4 volte da fuori, con conclusioni poco precise. Almeno però è uno degli ultimi a mollare.

Panagiotis KONE 5,5 – Aveva punito due volte il Napoli in stagione, ma non è riuscito nella terza impresa. Poco servito e poco nel match. L’abbiamo visto giocare molto meglio. (Dal 66′ Davide MOSCARDELLI 6 La sufficienza è tutta per il grande look: splendida barba!)

Alessandro DIAMANTI 6 – Alino gioca un primo tempo da 7 e un secondo da 5. Vicinissimo al gol e trascinatore nella prima frazione, malissimo nella ripresa, dove si fa innervosire e sparisce dal match.

Lazaros CHRISTODOULOPOULOS 4 – Non la tocca mai, non la vede mai. E ha giocato 90 minuti. Catastrofico!

Alberto GILARDINO 5,5 – Si sbatte, sfiora il gol, con la solita generosità. Non lo trova e termina la gara depresso tra Cannavaro e Rolando, facendosi spesso anticipare.

ALL.: STEFANO PIOLI 4 – Ha mandato la squadra in vacanza due settimane fa, rimediando due figuracce che lasciano un leggero amaro su una stagione giocata splendidamente. La salvezza matematica arriva, ma il campionato va giocato fino alla fine.

NAPOLI

Morgan DE SANCTIS 6,5 – Bene sui siluri sporadici di Diamanti. Sicuro, attento, svolge bene il suo compito.

ROLANDO 6 – Non sfigura e non soffre nemmeno con un attaccante esperto come Gilardino. Probabilmente non verrà riscattato, ma la Serie A la può giocare tranquillamente.

Paolo CANNAVARO 7 – Grande annata, da leader, da comandante di un reparto che ha imparato ad essere tranquillo anche nelle partite calde. Meritava di tornare in Champions.

Miguel BRITOS 6 – Un po’ troppo falloso contro la sua ex squadra, ma comunque positivo.

Christian MAGGIO 6 – Atleticamente non è più brillante come qualche mese fa, ma il suo contributo lo fa sentire. Gli annullano anche un gol per fuorigioco.

Valon BEHRAMI 6 – Esce infortunato dopo 20 minuti. (DAL 22′ Gokhan INLER 6,5 Bene in regia, anche al fianco di Dzemaili. Dimostra di aver la testa anche per partire dalla panchina)

Blerim DZEMAILI 7 – Che girone di ritorno per lo svizzero. Sette gol e anche oggi uno siglato da vero opportunista. E poi l’assist per Hamsik. Mazzarri ha fatto bene a credere in lui.

Juan Camilo ZUNIGA 6,5 – Motorino colombiano che mister Mazzarri considera inamovibile. Grintoso e propositivo, come da par suo.

Marek HAMSIK 7,5 – LEADER VERO DI QUESTO Napoli. tante volte quest’anno ha preso per mano la squadra e l’ha portata alla vittoria. Anche oggi il gol è una perla. Doppia cifra di assist e gol: stagione super! (DAL 78′ EL KADDOURI S.V.)

Edinson CAVANI 7 – 27 gol in A, capocannoniere quasi sicuro e solito egoismo che gli fa sprecare qualche contropiede. Ci sta, per un fenomeno vero. Su Dzemaili non è assist: se fosse rimasto in piedi non gliel’avrebbe mai passata.

Lorenzo INSIGNE 6,5 buoni guizzi nella prima parte di gara. Salta l’uomo e prova il tiro. Sarà protagonista nella prossima stagione. (DAL 69′ Goran PANDEV 6 Venti minuti trotterellando. Ma in questo secondo posto c’è tanto merito anche di Goran.)

ALL. Walter MAZZARRI 8 – Un tecnico preparato che in carriera non ha praticamente mai fallito. Secondo posto solitario: miglior risultato dell’era De Laurentiis. Se se ne va, il Napoli perde tutto!

Ester Basile


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.