Napoli – Siena: turn over e festa!

Ultima partita in casa per la squadra di Mister Mazzarri che ha raggiunto il traguardo stagionale del secondo posto matematico con 180 minuti di anticipo. Piazza d’onore che assicura alla squadra l’accesso diretto alla prossima Champions League senza svolgere i preliminari estivi.

E’ un Napoli da primati quello che oggi scende in campo al San Paolo: miglior attaco in campionato con 70 reti, record di vittorie totali (22) e  di quelle  in trasferta (9) che puo’ ancora essere migliorato.

Messo, dunque, in cassaforte il bottino, Napoli – Siena non è una partita con grandi risvolti sul campionato. Il Siena, penalizzato di 6 punti ad inizio stagione, deve tentare l’impresa per evitare la retrocessione e sperare che le sue dirette avversarie per la permanenza nel nostro campionato, Genoa e Palermo, facciano male. Parola d’ordine per il Napoli è Turn over: restano infatti in panchina nomi illustri come Pandev, Hamsik, Maggio e soprattutto “il pirata” Morgan De Sanctis.

Piu’ che il match, tiene banco in queste ore il futuro di Walter Mazzarri, che potrebbe disputare la sua ultima partita di fronte al pubblico del San Paolo e le ipotesi sul suo successore. Il presidente prova soprattutto a blindare lo staff medico del Napoli, considerato il migliore del campionato, diventato oggetto di attenzione di molte squadre, in primis la Roma.

E poi c’è Cavani: il capocannoniere indiscusso con 27 centri vive un momento d’oro. Occhi puntati su di lui da parte di tutta Europa, il gioiellino di De Laurentis puo’ essere ceduto solo per la cifra esatta prevista dalla sua clausola di rescissione, 63 milioni. Nel frattempo in Via Tribunali, i tifosi cotruiscono una gabbia d’amore intorno ad una gigantografia del bomber uruguayano per non farlo andare via.

I precendenti di Napoli – Siena sono solo 4 in serie A e sono tutti a favore del Napoli. La prima volta le due squadre si sono affrontate nella stagione 2007/2008 e lo scontro fini’ in pareggio  0-0. quella successiva vide la vittoria del Napoli per 2-0 firmato grazie alle reti di Denis e Maggio. Nel 2008/2009 la doppietta di Hamsik lascia il segno sulla partita conclusasi 2-1. Lo stesso risultato si è ripetuto due anni più tardi, dopo la stagione in B dei toscani. La doppietta di Dossena invece ha chiuso i conti  lo scorso anno. Le due squadre si sono anche incontrate l’anno scorso in Coppa Italia nelle due semifinali: anche in quel caso il Napoli vinse al San Paolo ribaltando il risultato al Franchi di Siena e volando verso la finale contro la Juventus.

Le probabili formazioni:

NAPOLI (3-4-1-2): Rosati; Grava, Rolando, Gamberini; Mesto, Inler, Donadel, Armero; El Kaddouri, Cavani, Calaiò.

A disposizione: De Sanctis, Colombo, Cannavaro, Britos, Maggio, Dzemaili, Radosevic, Zuniga, Hamsik, Pandev, Insigne.

Infortunati: Campagnaro, Behrami.

All. Mazzarri

SIENA (3-4-2-1): Pegolo; Terzi, Terlizzi, Felipe; Angelo, Della Rocca, Calello, Rubin; Agra, Sestu; Emeghara.

A disposizione: Farelli, Grillo, Teixeira, Paci, Uvini, Bolzoni, Valiani, Verre, Paolucci, Reginaldo, Bogdani.

Infortunati: Vergassola, Matheu, Pozzi.

All. Iachini

ARBITRO: Giacomelli

I commenti sono chiusi.