De Laurentiis – Mazzarri: la cena dell’addio?

de-laurGrandi sorrisi e strette di mano durante la cena di fine anno con tutto lo staff tecnico e il suo Napoli, per Aurelio De Laurentiis che ha rinnovato l’invito come ogni anno presso Villa D’Angelo e che all’uscita, assediato da tanti tifosi, ha chiarificato meglio i dubbi e gli intrighi da inizio calcio mercato.

Tiene banco la questione Mazzarri. “Mazzarri deve decidere lui. Questo discorso vale per calciatori e allenatore.” – afferma il presidente, che nel frattempo  ha dato al tecnico livornese un ultimatum con scadenza 4 giorni, anche perchè c’è una squadra da fare in ottica campionato e champions 2013/14. Per Cavani invece vige la regola della clausola rescissoria.

Un De Laurentiis come al solito scatenato e senza peli sulla lingua nelle risposte, ha tenuto a precisare quanto sia stata esponenziale la crescita del Napoli in questi 9 anni a chi lo accusava di non aver vinto ancora lo scudetto. Ha ricordato in quale difficoltà fosse la società all’inizio della sua avventura passando dal fallimento all’Europa che conta.

De Laurentiis riserva anche una stoccata alla Juve a proposito delle politiche spregiudicate di tesseramenti milionari. Non serve a nulla, infatti, vincere lo scudetto se poi “si buttano soldi dalla finestra”. Un vanto della società di DeLa è proprio quello di non avere debiti, al contrario della altre squadre del campionato italiano, in base alla regola del fair play finanziario, che tra qualche anno sarà un punto fondamentale da rispettare se si vuole partecipare alle competizioni europee.

Un’ultima battuta che sa da un lato di avvertimento spegne le polemiche sulla querelle Mazzarri – Cavani: “Dovete preoccuparvi soltanto che Aurelio De Laurentiis non si rompa i … e se ne vada. Ma non accadrà, perché io amo Napoli“.

Nel frattempo Mazzarri “l’indeciso” valuta la corte serrata di Roma, Inter e a quanto pare anche qualche club estero. Mentre sul fronte panchina partenopea sempre piu’ voci vorrebbero Rafa Benitez, fresco vincitore dell’Europa League col suo Chelsea, come prossimo tecnico del Napoli. Non ci resta che attendere Roma – Napoli.

I commenti sono chiusi.