Thereau in doppia cifra in A, Rosati che papera!

L’ultima di campionato, la 38esima di Serie A, ha sancito gli ultimi verdetti. Il Milan va in Champions League grazie alla vittoria in rimonta con il Siena, con la Fiorentina che deve accontentarsi dell’Europa League. In Europa va anche l’Udinese, che annienta l’Inter a “San Siro”, mentre Roma e Lazio si giocheranno nella finale di Coppa Italia di Domenica, non solo la vittoria del trofeo, ma anche l’accesso nella seconda competizione internazionale. Nell’ultima protagonisti assoluti Ljajic con una tripletta, Di Natale e Thereau. In negativo Rosati del Napoli e due giocatori delle squadre milanesi.

LUCI

Ljajic: Torna dalla squalifica in maniera fantastica e mette in mostra tutto il suo talento meraviglioso; pronto per il salto di qualità nella prossima stagione. Ecco la sua prima tripletta in Serie A, peccato che non serva per il grande sogno Champions League che la Fiorentina aveva ad un passo. Lui, come i suoi compagni, il suo dovere l’ha fatto fino in fondo e deve solo essere orgoglioso.

Thereau: Conclude la sua stagione meravigliosa con un’altra doppietta questa volta all’Atalanta. Va per la prima volta in doppia cifra da quando è in Italia, impreziosendo ulteriormente il suo ottimo finale di stagione; probabilmente quella di ieri è stata la sua ultima partita in maglia gialloblu, visto che non mancheranno le offerte nel prossimo calciomercato estivo. Giocatore molto interessante con prospettive rosee, per l’appunto.

Di Natale: Colonna portante dell’Udinese dei miracoli di Guidolin. Altro gol, il 23esimo in questo campionato. Un vero e proprio artista che ha dipinto un stagione ottima, culminata con la qualificazione in Europa League ed impreziosito dalla pesante vittoria per 5-2 sul campo dell’Inter. Ogni anno continua a segnare gol di bellezza unica: è un patrimonio del calcio italiano e sembra non sentire affatto l’età che inevitabilmente avanza.

OMBRE

Niang: il Milan è riuscito ad acciuffare la qualificazione ai preliminari della prossima Champions League, ma la prestazione della squadra di Allegri non è stata eccezionale. Tra i peggiori sicuramente il giovane francese, schierato da ala nel tridente d’attacco, ma che è stato sostituito per disperazione al termine del primo tempo dal suo tecnico.

Nagatomo: Contro l’Udinese nel secondo tempo, è il peggiore in campo. Le colpe ovviamente non sono tutte sue nella serata da incubo che chiude la stagione fallimentare dell’Inter. Nella clamorosa incomprensione con Handanovic in occasione del gol regalato a Muriel ha confermato tutti i suoi limiti difensivi. Non starà bene, ma certi errori non sono mai giustificabili per chi è un giocatore di Serie A.

Rosati: Ennesimo errore della stagione, per un giocatore che forse non è nemmeno da Serie B. La sua papera sul gol di destro permette di incrementare il risultato di Roma-Napoli. Non impeccabile neanche Lobont in occasione di quello che con tutta probabilità è stato l’ultimo gol di Cavani in maglia azzurra. Vedendo questa partita, si è capito perché i portieri schierati da Andreazzoli e Mazzarri sono delle semplici riserve.

Ester Basile


Download PDF


I commenti sono chiusi.