Napoli-Atalanta, le pagelle: Higuaìn c’è, Hamsik Capitano senza fascia, Callejòn a tutto campo.

nata (10)Festa a Fuorigrotta per la Terza giornata di Campionato. Il Napoli batte con una partita da vero leader della classe l’Atalanta di Colantuono e resta a punteggio pieno in questo inizio di Stagione. Partita non semplice per gli uomini di Benitez che risolvono la pratica orobica solo nella seconda frazione di gioco. Decisivi gli ingressi di Hamsik e Callejòn, inizialmente in panchina per favorire il turn-over in vista dell’esordio in Champions’ di Mercoledì contro i vice-Campioni d’Europa del Borussia Dortmund. Di seguito le pagelle degli azzurri:

REINA: Serviva una prova di sicurezza dopo l’oscura prestazione contro il Chievo per il portiere ex-Liverpool. Impegnato poco, ma nel Primo tempo si oppone prontamente ad una conclusione da fuori di Cigarini; le sue esultanze piacciono al popolo azzurro. Ultras. 6.
MESTO: L’esterno gioca al posto di Maggio e non fa affatto rimpiangere il nazionale azzurro; nel Primo tempo prova anche qualche sortita offensiva. Soldatino. 6.
CANNAVARO: Il Capitano torna titolare e a tratti soffre un po’ troppo Denis che però, in fin dei conti, si rivela evanescente; insieme ad Albiol è comunque una roccia. Cuore e grinta. 6-.
ALBIOL: Sta diventando una sicurezza del reparto difensivo partenopeo; imposta il gioco, chiude con eleganza e, quando occorre, scalcia gli avanti avversari. Roccioso. 6.
ARMERO: Ha l’opportunità per mettersi in mostra, giocando al posto di Zuniga, ma non la sfrutta a pieno: nel Primo tempo spinge poco e quando lo fa i suoi cross sono telefonate per la difesa dell’Atalanta, la sua seconda frazione è opaca. Compitino. 5.5.
INLER: Si limita a dettare i tempi al centrocampo e prova meno le conclusioni da fuori rispetto ad altre prestazioni più convincenti; pochi, comunque, gli errori. Regista atipico. 6.
DZEMAILI: Nel Primo tempo prova qualche incursione e qualche tiro che l’anno scorso avrebbe avuto probabilmente maggior fortuna; nella ripresa si vede poco: nel Napoli di Benitez quest’anno Behrami sembra il titolare affianco a Inler. Volenteroso. 6.
INSIGNE: Non è un inizio di Campionato entusiasmante per il gioiello di Frattamaggiore; la prima parte di gara lo vede puntualmente fermato dai forti fisicamente difensori atalantini; meglio nella ripresa, ma deve imparare ad essere più cattivo sportivamente parlando. Pie’ leggero. 6-.
PANDEV: Una prestazione non da Pandemonio per la punta azzurra; due limpide palle gol nel Primo tempo non sfruttate a dovere: nella prima non sembra convinto e si fa ipnotizzare da Consigli; sulla seconda è imperdonabile il mancato passaggio a Higuaìn che è meglio posizionato e solo in area. Incompreso. 5.
MERTENS: Sembra un po’ troppo leggero per la Serie A; la scelta iniziale di Benitez sembrerebbe giusta: contro una difesa forte fisicamente due ali sfuggenti come lui e Insigne sono l’arma giusta, ma le sue giocate sono spesso fini a se stesse. Trottolino. 5+.
HIGUAìN: Quando nella prima frazione di gioco la gente si chiede se stia giocando o la sua mente sia già alla Champions’ qualche malpensante ha già iniziato a bisbigliare qualche parola nostalgica uruguaiana; ma quando nella ripresa sblocca il risultato si capisce che è una punta vera: da qual momento la sua partita cambia radicalmente e sembra un altro giocatore. I gol la sua linfa Vitale. 6.5.
RADOSEVIC: Pochi minuti in campo e forse, parlando di turn-over, ne meriterebbe qualcuno in più. SV.
HAMSIK: Quest’anno la squadra azzurra non può prescindere dal Campione slovacco. Il suo innesto e quello di Callejòn cambiano l’andamento del match ed è festa al S.Paolo. Capitano in corpore. 6.5.
CALLEJòN: Migliore in campo anche se parte dalla panchina; quando entra il Napoli trova quell’esterno che chiude sui cross dalla sinistra e che ribadisce in gol l’unica palla che gli viene offerta davanti. Torna anche dietro e chiude due volte in maniera provvidenziale. E’ quel numero 7 a Napoli a portare fortuna? Scatenato. 7.5.

ATALANTA: Consigli 6, Stendardo 6, Yepes 5.5, Lucchini 6, Raimondi 6, Baselli 6+, Cigarini 5.5, Carmona 5, Del Grosso 6, Bonaventura 5.5, Denis 6.5, Livaja SV, Brivio 5.5, Moralez 5.5.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.