Hamsik: Napoli è per sempre!

hamsik_tatuaggioAlla vigilia di Milan – Napoli, Marek Hamsik, che ha giurato più volte amore eterno alla città partenopea, ha deciso di sancire questo patto anche sulla pelle. Dopo che il San Paolo, in occasione di Napoli – Borussia, lo ha incoronato “figlio di Napoli”, la risposta del campione slovacco non si è fatta attendere.  Ha fatto, infatti, in poche ore il giro del web, la foto della “bandiera” del Napoli steso sul lettino del famosissimo tatuatore Enzo Brandi (prediletto da molti giocatori della squadra) che tatua la parola “Napoli” sulla pelle.

Brandi ha poi dichiarato che la volontà del giocatore era quella di aggiungere anche 1926, ma non c’era piu’ spazio disponibile e che l’idea di tributare la città (dopo aver inciso anche la coppa italia vinta a maggio del 2012) era venuta a luglio, in concomitanza con il rinnovo contratto.

Un attestato di affetto profondo verso una città che non potrebbe piu’ fare a meno di lui. Marekiaro, capitano della squadra a discapito di Paolo Cannavaro, è arrivato in città nel 2007 e da poco ha firmato il prolungamento di contratto che lo lega in azzurro fino al 2018. Quella con il Milan sarà per lui una partita particolare: Berlusconi e Galliani lo volevano a tutti i costi in rosso nero, ma fu proprio il presidente De Laurentiis a convincerlo a restare in azzurro.

Intervistato da Sportweek, Marek ha dichiarato:  “Il mio futuro? A Napoli mi trovo bene e spero che questo non sarà il mio ultimo contratto da professionista. Di certo non mi vedrete giocare ancora a 40 anni come il grande Totti ma fin quando ne avrò le possibilità ci sarò. Il mio accostamento al Milan? Si è vero, Galliani e Berlusconi mi volevano portare in maglia rossonero ed io rifiutati subito la proposta e sono sicuro che quella fu la scelta giusta.”

I commenti sono chiusi.