Roma-Napoli 2-0, le pagelle: ad Hamsik mancano le grandi sfide, Insigne tenuto a bada, Cannavaro decide in negativo

4aaede81d3caab78144da9743eb77a3d-28546-1382126644Per il Napoli arriva il primo stop in Campionato sul campo della Roma dei record, 24 punti nelle prime 8 partite con la vittoria dell’Olimpico sugli azzurri. Una partita molto strana e complicata da descrivere con gli uomini di Benitez che, sotto gli occhi di Diego Armando Maradona, ospite d’onore in Tribuna Vip all’Olimpico, sprecano nel Primo tempo due clamorose occasioni per portarsi in vantaggio con Pandev e Insigne. Pesano sul risultato la rete allo scadere della prima frazione di un Pjanic ispiratissimo e un rigore concesso nella ripresa abbastanza generoso. Ora il ritardo in classifica dalla squadra capitolina è di 5 punti e non si può più non considerare la formazione giallorossa come una delle favorite per la vittoria finale del tricolore. Al Napoli non resta che rimboccarsi le maniche e cercare un pronto riscatto già Martedì sera al Vélodrome di Marsiglia per la Terza giornata di Champions’ che può già essere un crocevia per l’avventura europea partenopea. Di seguito, le pagelle degli uomini di Rafa Benitez.

REINA: Forse un po’ in ritardo sulla punizione che apre le marcature del serbo della Roma, stasera non è il pararigori che toglie sempre le castagne dal fuoco. 6-.
MESTO: Parecchie scorribande sulla sinistra, si riesce ad adattare anche in un ruolo non suo, prova in fin dei conti positiva. 6+.
BRITOS: Pesa come un macigno il suo infortunio e la conseguente sostituzione che priva la retroguardia azzurra di un perno che diventa sempre più imprescindibile. 6.
ALBIOL: E’ qualche partita che il centrale spagnolo è un po’ in difficoltà, Borriello lo impegna a fondo e gli errori di Cannavaro intaccano anche la sua prestazione. 6-.
MAGGIO: Torna in campo dopo un infortunio e si vede: la sua è una partita normale, con pochi errori e pochi spunti, l’attendiamo alla forma migliore. 5.5.
BEHRAMI: Fatica parecchio stasera contro il roccioso centrocampo romanista, ma è comunque encomiabile per l’impegno. 6.
INLER: Tutti i palloni passano dai suoi piedi, un ottimo Secondo tempo cui però manca la ciliegina sulla torta; poteva provarci di più da fuori area. 6.
CALLEJON: Prova senza squilli quella dell’esterno spagnolo, nel Primo tempo ha una buona chance per portare il Napoli in vantaggio, ma tira malamente. 6.
HAMSIK: Il ragazzo slovacco sembra proprio non esserci quando ci sono le grandi sfide, nel Primo tempo non è pervenuto, nella ripresa qualcosa fa, ma è troppo poco e da lui bisogna aspettarsi molto di più. 5.5.
INSIGNE: Nel Primo tempo prima ispira Pandev per un uno contro uno che il macedone spreca e poi ha sui piedi la seconda grande occasione della serata, ma il palo gli nega la gioia del gol; salta pochissime volte Maicon che lo contiene senza troppi patemi. 6.
PANDEV: L’errore sulla palla gol del Primo tempo è imperdonabile e da solo non gli fa raggiungere la sufficienza; lì la partita era al crocevia e il macedone ha svoltato verso la strada sbagliata. 5.
CANNAVARO: Non sembra essere un’annata positiva per l’ex Capitano azzurro; c’è il suo zampino negativo sia sulla punizione da cui scaturisce il vantaggio di Pjanic sia sul rigore seppur non evidente che dà il doppio vantaggio alla Roma; la sua espulsione mette fine alla serata del Napoli. 4.
HIGUAIN: Entra come salvatore della patria, ma dopo un po’ si becca il secondo gol; è l’unica attenuante, perché durante il periodo in campo prende in totale 2 palloni. 5.5.
DZEMAILI: Poco tempo a disposizione per lo svizzero. SV.

ROMA: De Sanctis 6.5, Dodo 6, Benatia 6.5, Castan 6, Maicon 7, Pjanic 7, Strootman 6, De Rossi 7.5, Florenzi 6, Totti 6, Gervinho 6+, Ljaic 6+, Borriello 6+, Marquinho SV.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.