A.A.A Cercasi arbitri senza gravi difetti visivi

La bellezza del calcio sta nella sua intrinseca magia di riuscire a ribaltare ogni tipo di pronostico e di non essere mai scontato nè prevedibile.

A conferma di ciò, è la Fiorentina, che dopo un inizio di campionato anonimo e anomalo, batte l’Inter di Mazzarri, la squadra che ha segnato più goal in campionato, con uno scarto di tre reti. Oppure con l’Empoli, che nella sfida tra neopromosse contro il Palermo, fa un bel tris di goal. Oppure la Lazio, che soffre incredibilmente contro un Sassuolo, che abbaia ma non morde. O ancora il Milan, che prosegue dritto in una strada piastrellata di vittorie, sfatando il mito che gli allenatori giovani ed inesperti non siano adatti a guidare grandi squadre.

E poi c’è la Juventus…e i suoi arbitri.

Dopo la partita contro la Roma, terminata con la vittoria dei bianconeri, grazie ai tanti regalini arbitrali elargiti sotto forma di rigori e non solo, è inevitabile fare una piccola riflessione, sul come e sul perchè questi episodi si ripetono ancora, sporcando un gioco meraviglioso che è quello del calcio. Purtroppo la rabbia sgorga irrefrenabile dalle viscere di ogni sportivo e amante del calcio,a prescindere dal colore della squadra che sostiene, perchè si è giunti ad uno stato di esasperazione e di intolleranza verso questi continui e ripetuti favoritismi e sudditanze psicologiche che passano sotto forma di errori, ma che indirettamente rendono ridicolo un calcio italiano che già viene spesso ridimensionato dai confronti europei.

Vedere inscenata una pantomima di partita, in cui l’arbitro faceva da co-protagonista nello staff degli attori juventini, è stato davvero uno spettacolo degradante e senza eguali…si spera. Ovviamente è incredibile anche come ben sei occhi attenti all’azione, siano contemporaneamente così distratti e pochi concentrati da non contestare la scelta del direttore di gara nell’assegnare rigori inventati e ingiusti.

Forse la Lega calcio deve richiedere annualmente un riscontro oculistico per tutti gli arbitri, così da essere certi delle loro piene capacità visive? Forse dovremmo riaprire la questione della moviola in campo ed evitare ancora questi miseri errori? Oppure è giusto dare il via ad una pratica giudiziaria per capire se sotto queste distrazioni arbitrali si nasconde un universo putrido e illegale?

Ma siamo in Italia e stiamo parlando della vecchia Signora, quindi tutti ormai siamo abituati a questo scempio e presto tutto verrà dimenticato e vincerà l’omertà e l’ingiustizia, due pilastri che reggono questo nostro bel paese.

Perchè sia bene chiaro, se sbagliare è umano…PERSEVERARE è DIABOLICO!

Tifosi Italiani…in bocca al lupo…..PER L’ARBITRO di domenica!!!


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.