Il Napoli fa sul serio. Anche il Cagliari travolto dall’uragano azzurro

Napoli continua a fare bottino nel percorso campionato, espugnando in tre colpi il Sant’Elia dei cagliaritani. Nonostante la partita disputata dagli azzurri, non sia stata spettacolare ed adrenalinica come quella contro il Wolfsburg, il Napoli ha saputo mantenere la calma, la concentrazione senza mai perdere la verve offensiva.

Dopo diversi tentativi da goal è Callejon, il primo realizzatore azzurro, che trasforma in rete, al 24 ‘, una verticalizzazione di Hamsik, infilandola con precisione e freddezza. Ancora una volta il capitano azzurro, da’ conferma di essere ritornato quell’arma in più nella compagine azzurra, che assicura precisione, logicità e fantasia. Un giocatore che non solo inventa, ma trasforma le idee in passaggi vincenti, creando dei corridoi di fraseggio, che solo chi vanta tecnica e qualità calcistiche al di fuori del comune, può realizzare.

Che Il Capitano sia in giornata, lo dimostra non solo il grandissimo lavoro svolto a sostegno degli attaccanti, ma soprattutto le svariate volte in cui lo slovacco si propone con soluzioni personali, mancate per poco.

E il suo zampino, lo ritroviamo anche nel goal del doppio vantaggio, creando un cross delizioso per Insigne, che non raggiunge la palla, deviata invece dal difensore di casa Balzano, che mette in rete.

Ancora una volta lo scugnizzo napoletano, ha disputato una partita la cui valutazione personale raggiunge la sufficienza piena, se non qualcosa in più. Con Insigne in campo nel reparto d’attacco, l’aggressività e la velocità sono assicurate, ma cosa ancora più importante, dimostra con le gambe e con la testa di avere tanta, ma tanta voglia di fare bene e di regalare emozioni ai suoi tifosi, portando il Napoli sempre più in alto.

A chiudere in bellezza lo show di goal è Gabbiadini, subentrato al super Hamsik e come sua solita abitudine, ci mette la firma anche in questa partita, con un siluro, piazzato con il sinistro a trenta metti dalla porta.

Ancora una volta scende in campo una squadra in forma, di testa e di gambe. Che ha saputo meritare la vittoria fino alla fine.

C’è da dire che il Cagliari per tutti i novanta minuti, ha dato filo da torcere agli uomini di Benitez, non accusando mai il continuo svantaggio e tentando di capovolgere il risultato. Ma il Napoli ha dato di più. Ha giocato meglio. E ha saputo mantenere il vantaggio.

Dal ritiro forzato, questa squadra sembra aver ritrovato lo smalto di un tempo. Diverte e vince. I giocatori sono più concentrati e tranquilli, riuscendo a giocare meglio e a vincere con più facilità.

Il secondo posto è tornato a meno cinque. E, con questo Napoli, qualche speranza….. si riaccende.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.