Juve forza zero, mai così male!

Un punto in due partite, questo è ciò che recitava la classifica di serie A prima del big match della seconda giornata tra Roma e Juventus.

Garcia sprona i suoi alla vigilia insistendo soprattutto sull’atteggiamento in campo e viene accontentato! La squadra giallorossa entra in campo con la grinta giusta e mette subito alle corde i campioni in carica.
Spaesata e nervosa invece la Juve che bada più alle proteste che a trovare le contromisure agli avversari, che sfiorano il goal in più circostanze. Pjanic padrone del centrocampo guida la manovra della Roma e viene fermato solo dal palo a metà primo tempo. Si rimane sullo 0-0 al 45′.
La reazione bianconera nella ripresa dura solo una decina di minuti, prima che Pjanic disegni una parabola su punizione che lascia immobile Buffon. 1-0 e ricompare la juve nervosa del primo tempo con Pogba che già ammonito rischia l’espulsione per proteste, espulsione che arriva invece per il connazionale Evra capace di collezionare due cartellini gialli tra il 75′ e il 78′.
Nemmeno il tempo di riorganizzare la disposizione in campo con il subentrato Cuadrado nel ruolo di terzino sinistro, che la Roma raddoppia: azione insistita di Falque che scodella al certo trovando la testa e il primo goal in Serie A di Dzeko.
Orgoglio juve. Poco più di dieci minuti al termine, sotto 2-0, la squadra di Allegri ricomincia a macinare gioco più con i nervi che con la testa. Reazione guidata dai subentrati Morata e Pereyra, il primo ruba palla e la serve all’argentino che buca la difesa e serve un tap in comodo per Dybala che firma il 2-1 al minuto 88. La Juventus ci crede e la Roma si spaventa e si chiude, ma il pericolo per la beffa arriva da calcio d’angolo con il colpo di testa di Bonucci sul quale Szczesny è miracoloso!
Resta a zero punti la Juve dopo due partite, e non è un buon presagio visto che negli annali del calcio nessuna squadra che ha vinto lo scudetto è mai partita così male.
Pagelle Roma:
Szczesny 7: salva la Roma al 90′ da una beffa clamorosa
Florenzi 8: corsa, sacrificio, duttilità… Garcia ringrazia
De Rossi 6,5: leader anche da difensore centrale
Manolas 6,5: solita solidità, non soffre Mandzukic
Digne 6,5: all’esordio domina la sua corsia
Keita 6: ragiona e da equilibrio
Nainggolan 6,5: motore instancabile
Pjanic 8: il catalizzatore della manovra giallorossa… il migliore in campo!
Salah 6,5: si rivedono gli scatti e i dribbling di Firenze
Dzeko 6,5: fa a sportellate con tutti, gigante!
Falque 6,5: da la qualità negli ultimi 20m, ottima l’intesa con Digne
Iturbe 6 (dal 77′) tanta voglia ed un paio di diagonali ottime
Ljajic sv
Ibarbo sv
Pagelle Juve:
Buffon 6: unica certezza!
Caceres 5,5: soffre la giornata no di Liechtenstein
Bonucci 6: si distingue e regge fino all’1-0
Chiellini 5: sbaglia troppi palloni e si fa sovrastare di testa da Dzeko
Liechtenstein 4: impalpabile… il peggiore!
Evra 4: lascia la squadra in dieci, errore da principiante
Sturaro 5,5: la voglia c’è, la qualità no!
Padoin 5: fantasma, non si sente la sua presenza
Pogba 5: nervoso, rischia un paio di volte il secondo giallo
Mandzukic 4,5: non crea nessun pericolo ai centrali della Roma
Dybala 6,5: il ragazzo ha talento, alla fine trova il goal della speranza
Pereyra 6,5 (dal 73′) da cattiveria nei recuperi palla, il migliore dei suoi!
Morata 6 (dal 63′) fa più lui in mezz’ora che Mandzukic in tutto il match
Cuadrado sv

Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.