La Lazio recrimina, ma la Roma merita

Si può perdere con tutti ma con i cugini no! Eppure c’è sempre chi esce a testa bassa dal derby, chi deve subire in silenzio gli sfottò fino alla prossima stracittadina.

Destino crudele che stavolta è toccato ai biacoazzurri di Pioli che perdono con un netto 2-0 (non privo di polemiche) il derby romano.
La partita inizia subito nel peggiore dei modi, al 9′ Dzeko prende palla e punta Gentiletti che lo stende al limite dell’area, Tagliavento fischia ed assegna clamorosamente calcio di rigore! Dal dischetto va lo stesso Dzeko che batte forte centrale e fa 1-0!
La Lazio prova la reazione immediata con un tiro di Candreva che fa tornare alla mente dei tifosi giallorossi le disavventure col Bayer, ma per fortuna stavolta l’esito è diverso.
La partita resta vivace e la Lazio non ci sta a darsi per vinta. Al 25′ Anderson si inventa un capolavoro: dribbling e tiro che si stampa sulla traversa! Poco dopo ci prova anche Djordjevic, ma nemmeno lui riesce a far male alla Roma.
La Roma priva di De Rossi, Pjanic, Florenzi e Totti, carica la squadra sulle spalle di capitan Nainggolan che sul finire del primo tempo colpisce il palo con un siluro da fuori.
Nella ripresa la partita resta equilibrata con folata da entrambe le parti, ma nessuno riesce a sfondare. Brutto episodio al 56′ con Lulic che entra duro su Salah che è costretto a lasciare il campo anzitempo.
Al 65′ la Roma chiude i conti con Gervinho che scappa via alla difesa della Lazio e infila in diagonale Marchetti (non esente da colpe). La partita allora si spegne e la Roma riesce a portare a casa 3 punti e soprattutto La partita che vale molto di più per i tifosi.
I migliori: Nainggolan e Manolas (Roma); F.Anderson (Lazio)
I peggiori: Marchetti e Candreva (Lazio)

I commenti sono chiusi.