Top….Eleven: pagelle da fuoriclasse!

REINA:7emezzo. È serata di grandi cose e di grandi soddisfazioni per il portierone azzurro che si conquista i suoi 521 minuti di imbattibilità, record europeo! Peccato solo che non ha il tempo di festeggiare il suo record, che Ljajic gli fa goal.

GHOULAM:7. Silenzioso e introverso stasera. Si accentra poco ma svolge sempre un gran lavoro sulla fascia.

KOULIBALY:6emezzo. Una tecnica di difesa troppo nervosa e frenetica. Si becca un’ammonizione inutile ed è troppo maldestro e incisivo nelle marcature. Un atteggiamento da imprudente per chi ha già un cartellino sulle spalle.

ALBIOL:6emezzo. Un po’ tutta la difesa ha avuto delle falle. Ma quando si vince, anche una marcatura leggerina passa inosservata.

HYSAJ:7. Stasera è stato decisivo negli interventi uno contro uno. Ha commesso pochi ed impercettibili errori e rientra a pieno titolo tra i titolarissimi.

JORGINHO:7. Di sbagliare non se ne parla. E’ proprio la sua sicura personalità e il suo deciso carattere calcistico a liberare Hamsik da tante preoccupazioni, permettendogli di fare il regista.

HAMSIK: 8. Per qualsiasi problema, rivolgetevi a lui. Quando il gioco si inceppa e la giostra si blocca, sbuca lui, che con qualche “invenzione”, ripara, aggiusta e potenzia! È lui a dare ordine e fraseggio al Napoli. Sa sempre come e dove mettere il pallone. Decisamente indispensabile! Sost. DAVJD LOPEZ

ALLAN:7. Piccolo scatto d’ira per reazione ad un fallo di Guarin gli costa un giallo inutile. A parte ciò, combatte su ogni pallone ed è un muro impenetrabile.

INSIGNE:8. Menu di classe stasera: colpi di tacco per antipasto. Sombrero per primo. Accelerazioni da capogiro per secondo con contorno di assist perfetti. E per dessert profitteroli con crema di talento. Sost.EL KADDOURI:7. Ridona quel pizzico di veloce al Napoli, in affanno nel secondo tempo.

HIGUAIN:8. È lui a dettare legge. È lui il campione. Un minuto e va subito in rete. Il suo dominio tecnico e la sua sicurezza imbarazzano le difese d’Europa. È un periodo meraviglioso per l’argentino, che da inizio campionato riesce ad esprimere la totalità e la pienezza del suo infinito talento. Si concede il lusso della doppietta. D’altronde lui può tutto.

CALLEJON:7emezzo: Quanto corre lo spagnolo! Scatta, brucia l’avversario, si inserisce e galoppa come un cavallo selvaggio, senza stancarsi e con l’umiltà di chi sa sacrificarsi per la squadra. Sost.MAGGIO: pochi minuti svolti bene.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.