Sondaggi referendum 2016, probabile rimonta

L’influenza che l’America e gli americani hanno sull’Italia è risaputa ma era inaspettato che ciò avrebbe giovato anche Matteo Renzi. La fiducia nei sondaggi referendum 2016 nei confronti del premier italiano sale, rispetto agli ultimi sondaggi politici pubblicati nei giorni scorsi il NO correva spedito senza sosta rispetto a un SI molto più lento ed indeciso, ma dopo il “bagno di forza” fatto durante il viaggio negli USA e soprattutto dopo il sostegno e l’approvazione mostrata da Obama, il quale ha accolto calorosamente Renzi e la sua famiglia, la situazione è leggermente cambiata, infatti il SÌ negli ultimi giorni ha guadagnato posizioni.

Nelle preferenze degli italiani intervistati con il 49% si riconferma sempre il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, segue Matteo Renzi con il 31 % , quest’ultimo inoltre gode di una fiducia molto alta rispetto ai suoi successori, vi troviamo Meloni con il 21% , i Cinque Stella con Grillo al 20% , Berlusconi resta al 13%.

Come si può notare la situazione potrebbe capovolgersi e ci potrebbe essere una sorpresa finale, infatti il NO ha un vantaggio nei confronti del Sì pari ad otto punti percentuali, nello specifico gli elettori decisi per la bocciatura della riforma costituzionale sarebbero il 54% mentre coloro che sono convinti di tale approvazione sarebbero il 46% .

Non tutto è già deciso, poiché sebbene tali sondaggi prendono in considerazione chi ha già deciso chi voterà, c’è comunque un 8,5 % di elettori che non hanno ancora preso una decisione definitiva a riguardo e non sanno ancora come voteranno il giorno del referendum.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.