B-Campania: Avellino stravincente! Solo pari Salernitana, crisi Benevento

Turno infrasettimanale anche per la serie cadetta, le tre campane scendono tutte in campo alle 20:30. La Salernitana va ospite ad Ascoli per una sfida fondamentale. Rosina e compagni cercano infatti, per l’ennesima volta in stagione, di uscire dalle zone più basse e pericolose della classifica e rilanciarsi verso posizioni più consone. La sfida con l’Ascoli assume un valore importantissimo in quanto i bianconeri sono appena dietro la Salernitana, ad un solo punto di distacco, dunque una gara che per entrambe può valere molto in ottica classifica. L‘Ascoli viene da una vittoria nelle ultime sei gara, non una statistica che arride ai bianconeri. ma considerando che la vittoria è arrivata nell’ultimo turno questo può aver dato morale ai padroni di casa.

Il Benevento, che nelle ultime tre gare ne ha perse due e pareggiata una, cerca punti per rilanciarsi verso le prime posizioni in classifica. I giallorossi vanno ospiti a Trapani, sulla carta una gara facile. I siciliani da canto loro vivono un vero proprio dramma sportivo: zero vittorie in campionato, ultima posizione ed appena sei punti raccolti. Ovvio dunque che per il Trapani ogni gara in questo momento è decisiva e quindi in ognuna dovrebbero cercare di dare il massimo per raggiungere un risultato che manca da troppo tempo.

Match importantissimo anche per l’Avellino. Gli irpini ospitano la Ternana appaiata in classifica con gli uomini di Toscano e il Latina in penutlima posizione. Per  l’Avellino una gara dunque fondamentale per allontanarsi contemporaneamente sia dalla zona rossa sia da una diretta concorrenza. Per Toscano gara fondamentale per la permanenza sulla panchina dei verdi, visto già le tante critiche ricevute nelle scorse settimane.

Ascoli – Salernitana
Primo tempo equilibrato fra le due compagini, ma le occasioni migliori sono a firma ospite. Protagonista delle due occasioni più importanti è l’attaccante granata Caccavallo. Il giocatore della Salernitana al 33′ manda di poco al lato con un colpo di testa, ma soprattutto coglie una traversa su punizione al 45′.
Nella ripresa la gara è ancor più equilibrata, con le squadre che però riescono a trovare più spunti. Le occasioni migliori sono sempre per gli ospiti e sempre con Caccavallo, al quale manca davvero solo la rete. L’attaccante ospite ha una buona occasione al 59′ sugli sviluppi di un calcio piazzato e si vede persino annullata una rete per fuorigioco al 63′. Intorno all’ora di gioco però anche l’Ascoli mette paura alla retroguardia granata. Al 60′ Cacia di tacco trova il solo Terraciano a dirgli di no con un grande intervento. Un minuto dopo la rete annullata a Caccavallo è invece Orsolini a sfiorare il vantaggio per i padroni di casa con una gran conclusione al volo. Al 73′ è ancora l’Ascoli, cresciuto molto nella ripresa, ad avere una buona occasione con Gigliotti. Il difensore calcia una punizione da buona posizione che viene ribattuta, su questa ancora il centrale bianconero di destro cerca la rete.

Trapani – Benevento
Il Benevento entra in crisi a Trapani. I giallorossi partono lenti come i padroni di casa. Solamente Citro per il Trapani e Ciciretti per gli ospiti tentano di illuminare la serata, senza riuscirci. Dopo meno di mezz’ora i padroni di casa vanno in vantaggio. Al 28′ è Citro a trovare la rete su assist di Nizzetto. La rezione ospite è timida ed è ancora il solo Ciciretti sia su azione che da calcio piazzato a tentare di ispirare i compagni.
Nella ripresa Ceravolo e compagni tentano di scardinare la difesa di casa, senza però riuscirci. Il Trapani da canto suo si limita a controllare senza troppi problemi. La gara scorre via senza troppi problemi tra falli e cambi, ma al 87′ per il Benevento arriva un’ulteriore batosta. Cissè si fa espellere complicando il possibile forcing finale. Il Trapani con un uomo in più controlla in scioltezza e nonostante i ben sei minuti di recupero il Benevento non crea mai veri pericoli. Tutto resta affidato al solitario estro di Ciciretti, che proprio allo scadere ci prova su punizione trovando solo la barriera.

 

Avellino – Ternana
Partono subito forte gli irpini che già al 9′  con Verde trovano una grande occasione. La Ternana sembra reagire subito con Frattali che al 14′ deve esaltarsi su Avennati, ma da qui in poi sono i padroni di casa che prendono il predominio del gioco con occasioni a ripetizione ed una grande trama di gioco. Di Gennaro, estremo difensore della Ternana, si esalta al 20′ su Castaldo e al 25′ su Soumare. Ma gli ospiti alla fine capitolano. Lasik al 29′ porta in vantaggio l’Avellino con un gran colpo di testa su cross invitante di Crecco.
Nel finale di tempo la Ternana non reagisce, anzi sono gli irpini a sfiorare il raddoppio con due conclusioni che terminano di poco a lato. Al 38′ Castaldo calcia al volo di destro, due minuti dopo è Soumare a sfiorare la traversa da pochi centimetri da buona posizione.
Nella ripresa l’Avellino regge ad una Ternana che sembra più intraprendente, ma in realtà vere occasioni da gol non se ne vedono. Il migliore a tratti è Falletti. Il dieci degli ospiti tenta di illuminare la manovra dei suoi, senza però riuscirci davvero. L’Avellino si limita a controllare, tentando dei contropiedi mal gestiti. L’unica vera occasione arriva al 86′ con Avenatti di testa, ma Frattali blocca senza difficoltà.

Pareggio inutile per la Salernitana, che resta ancora nella parte più bassa della classifica e quindi a rischio. I granata restano così ad appena un punto di distanza dalla zona playout dimostrando ancora una grande incapacità di finalizzare le buone occasioni create e di uscire dal limbo di questa incostanza.
Vince e convince, forse per la prima volta in stagione, l’Avellino di Toscano. Vittoria importantissima anche per la come hanno giocato gli irpini, ora i giocatori e il tecnico devono ripartire da qui alla conquista di un campionato tranquillo. Il difficile ora sarà confermarsi in sfide più ardue di quella interna contro la Ternana.
Malissimo il Benevento, che sembra entrato in crisi di risultati. I giallorossi sono ancora in piena zona playoff, ma sembrano in caduta libera. Appena un punto conquistato nelle ultime quattro gare e solamente tre gol fatti, a fronte dei sei subiti. Inoltre ad aggravare la situazione c’è una sconfitta contro il Trapani, squadra pienamente in crisi e che non si può dire abbia disputato una gara straordinaria. Troppo poco il solo Ciciretti, questa sera l’unico a provarci davvero.

 

I commenti sono chiusi.