Alfano: ‘ Il bilancio del terremoto è miracoloso”

Massimo Cocco, sismologo dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ( INGV) ha affermato: ” Al momento non ci sono indicazioni per non considerare il terremoto di oggi una replica di quello del 24 agosto”.

La terra quindi continua a tremare ed a non essere sicura per il centro Italia, nella sola giornata di ieri ci sono state due scosse, la prima di magnitudo 5,4 e la seconda di magnitudo 5,9 , rispettivamente alle 19:11 ed alle 21:18. La profondità della seconda scossa ha avuto epicentro a Macerata con una profondità di 8,4 chilometri.

Il dirigente della protezione civile marchigiana Cesare Spuri afferma :” Abbiamo qualcosa come due o tremila sfollati, e temo molte più abitazioni inagibili di quelle censite dopo il sisma del 24 agosto scorso – continua aggiungendo- dobbiamo capire quali sono le soluzioni alternative per ospitarle, e non credo si possa far ricorso alle tendopoli con l’arrivo dell’inverno “.

Di conseguenza il bilancio preoccupante riguarderebbe solo le rovine, le molte chiese crollate o rovinate e le abitazioni che potrebbero crollare qualora si verificassero altri episodi di terremoto. Il governo e Matteo Renzi si dichiarano vicini alle famiglia sfollate e pronti ad intervenire per prestare il loro soccorso ed aiuto, infatti, il premier si sarebbe recato al palazzo Chigi dove segue la situazione in tempo reale con la protezione civile.

” Se confermata l’assenza di vittime e feriti gravi il bilancio del terremoto di ieri sera è miracoloso vista l’intensità delle scosse ” queste sono le parole di Angelino Alfano, ministro dell’interno. Aggiunge ” Sono 980 i vigili del fuoco a lavoro nelle zone colpite dal sisma con 450 mezzi e 4 elicotteri.

In conclusione i feriti sono lievi, sarebbe morto solo un uomo di 73 anni per un infarto, probabilmente per lo shock provocatogli dal terremoto, è la prima vittima ‘indiretta’ del sisma.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.