“Accogliamo con gioia la sua venuta”

Papa Bergoglio a Santa Marta durante l’omelia ci fa riflettere sulla fine del mondo, sulla fine dell’uomo terreno.Di sicuro per l’uomo quest’argomento è un dilemma e innumerevoli  sono le domande, irrigidisce il cuore dell’umanità intera e la soluzione è la “FEDE”. Fede nel Signore che è nato per noi e si è fatto crocifiggere per la salvezza dell’uomo.Tempo di attesa, di speranza, di gioia, quindi apprestiamoci ad accogliere “L’AVVENTO” che precede il Natale e affidiamoci all’Emmanuel  (Dio è con noi),camminiamo verso lui che ci illumina il cammino e trasformiamo l’attesa in un’occasione per ritrovarsi e dare senso alla propria esistenza.Il Santo Padre ha fatto anche riferimento alla protagonista di questo nuovo tempo “ MARIA”, grande esempio di umiltà e fede. Giovane donna prescelta da Dio che ha subito accettato il suo destino pronunciando il suo ECCOMI e diventando la Madre di quel bambino che per nove mesi ha portato in grembo sapendo da subito che sarebbe stato un bambino/uomo speciale. Che avrebbe affermato di essere il figlio di Dio il Salvatore venuto sulla terra non per essere servito, ma per servire l’umanità intera!L’indomani 25 novembre per la chiusura dell’anno della Misericordi, i maggiori luoghi di culto si appresteranno ad unirsi nella preghiera, fiamma che alimenta la speranza e la fede  per accogliere preparati la nascita del Messia “Unto di Spirito Santo”.

I commenti sono chiusi.