GOMORRA 4 – Alla regia c’è “Ciro l’immortale”

Il cast di Gomorra  torna sul set a metà aprile per l’inizio delle riprese della quarta stagione.

Marco D’Amore, alias «Ciro l’immortale», scomparso in fondo al mare nell’ultima puntata della terza serie di «Gomorra-La serie», riaffiora dietro la macchina da presa nella quarta stagione.

D’Amore che aveva già diretto e interpretato per il teatro nel 2016 «American Buffalo», e sceneggiato, prodotto e interpretato nel 2015 il film «Un posto sicuro», nominato a 2 Nastri D’Argento, firmerà la regia di alcuni dei nuovi episodi della quarta stagione di Gomorra.

Per girare i nuovi episodi la produzione farà tappa anche a Londra, confermando la vocazione internazionale del racconto della serie, dopo le incursioni in Honduras, Spagna, Bulgaria nel corso delle precedenti stagioni.

Il cast vede il ritorno di Salvatore Esposito, Cristiana Dell’Anna, Arturo Muselli, Loris De Luna e Ivana Lotito nei panni, rispettivamente, di Genny, Patrizia, Enzo «Sangueblu», Valerio e Azzurra.

Oltre all’esordio di Marco D’Amore dietro la macchina da presa, tornano alla regia Francesca Comencini che curerà anche la supervisione artistica nella nuova stagione raccogliendo a tutti gli effetti il testimone da Stefano Sollima che quel ruolo lo aveva portato avanti con successo nelle prime due stagioni, e Claudio Cupellini, nel team di regia dal debutto della serie.

A dirigere alcuni episodi anche Enrico Rosati, aiuto-regista nelle precedenti stagioni e regista di Gomorrah VR – We own the streets, in concorso al Festival di Venezia 2017 nella sezione VR, e Ciro Visco anche lui aiuto regista nelle prime tre stagioni.

La nuova stagione di «Gomorra», produzione originale Sky, Cattleya e Fandango in collaborazione con Beta Film, in 12 episodi, da un’idea di Roberto Saviano e tratta dal suo omonimo romanzo, è scritta da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Enrico Audenino, Monica Zapelli. Direttori della fotografia saranno Ivan Casalgrandi e Valerio Azzali.

La quarta stagione debutta in Italia su Sky Atlantic nella primavera 2019.

I commenti sono chiusi.