Il volto di Giulio Cesare è stato ” aggiornato”

In occasione della pubblicazione di un libro dedicato al generale romano Giulio Cesare, scritto dall’archeologo Tom  Buijtendorp, promossa dal Museo Nazionale delle Antichità di Leida nei Paesi Bassi, è stata divulgato una nuova ricostruzione 3 D del volto del generale romano.

L’archeologa e antropologa fisica specializzata in ricostruzione volti, Maja d’Hollosy, ha ricostruito il volto Giulio Cesare. Utilizzando una scansione 3 D del busto di Giulio Cesare conservato nel Museo Nazionale delle Antichità di Leida, che è considerata l’immagine più antica del condottiero, l’archeologa d’Hollosy attraverso la comparazione con il cosiddetto busto Tusculum, trovato nei pressi dell’antica Tusculum, nei pressi di Roma, e servendosi anche della effige di Giulio Cesare impressa su di una moneta antica, è riuscita a dare nuove connotazione al volto del condottiero romano.

La nuova ricostruzione 3 D ha consegnato al mondo un volto con occhi piccoli e ravvicinati e una grande testa, forse dovuta ad una parto difficile,ed una calvizie incipiente . Insomma , un’immagine un pochino lontana dall’idea del condottiero dal cipiglio fiero e acuto che da sempre ha accompagnato il nome di Giulio Cesare.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.