Wikipedia oscura le sue pagine italiane per protesta

La libera Enciclopedia on line Wikipedia, baluardo della libera informazione ai tempi del sapere condiviso e accessibile liberamente da tutti e con ogni mezzo, ha deciso di oscurare per alcuni giorni i suoi canali italiani come forma di protesta contro una direttiva  sul copyright che in questi giorni verrà votata al Parlamento Europeo. Questa è una parte del comunicato che il team Wikipedia ha pubblicato sui suoi siti.

Cara lettrice, caro lettore,

Il 5 luglio 2018 il Parlamento europeo in seduta plenaria deciderà se accelerare l’approvazione della direttiva sul copyright. Tale direttiva, se promulgata, limiterà significativamente la libertà di Internet.

Anziché aggiornare le leggi sul diritto d’autore in Europa per promuovere la partecipazione di tutti alla società dell’informazione, essa minaccia la libertà online e crea ostacoli all’accesso alla Rete imponendo nuove barriere, filtri e restrizioni. Se la proposta fosse approvata, potrebbe essere impossibile condividere un articolo di giornale sui social network o trovarlo su un motore di ricerca. Wikipedia stessa rischierebbe di chiudere.[…]”

L’Europarlamento fa sapere che il provvedimento non intaccherà Wikipedia ma il portavoce italiano Maurizio Codogno ha così risposto:

“Wikipedia non si è mobilitata solo per salvare sé stessa, ma per difendere la Rete libera. La comunità attiva vuole diffondere e difendere la conoscenza libera e preservare il web come spazio aperto anche per le realtà con meno visibilità”. 

Una protesta che si protrarrà fino al 5 Luglio 2018, giorno della votazione del provvedimento.

I commenti sono chiusi.