“Io mi innamoro ancora”: l’amore come motore pulsante della vita

Il nuovo brano di Ermal Meta-Non abbiamo armi

In rotazione radiofonica dallo scorso venerdì 6 luglio 2018 l’attesissimo nuovo brano dell’adorato Ermal Meta, Io mi innamoro ancora, contenuto nell’ultimo album, Non abbiamo armi.

La delicata sensibilità del cantautore di origini albanesi – nonché vincitore di Sanremo 2018 – ad addolcire l’intensità di un ritmo tipicamente estivo in un video sgargiante e coloratissimo.

Un vero e proprio inno alla vita attraverso quello che ne è il motore pulsante e la sua matrice originaria: l’amore che la colora. Una forza dirompente che irrompe nella quotidianità del singolo e la rivoluziona, partorendo autentiche felicità.

 “Sopra l’amore non c’è/ non c’è
una scommessa su cui puntare”

in quanto trasgredisce ogni logica.

Si tratta, infatti, di quel miracolo ontologico che riempie la vita, e traccia il sottile confine tra il sopravvivere ed il vivere, e non solo; quella forza metafisica che, magicamente, si rinnova sempre, e non soltanto permette di vivere- ma, sorprendentemente, anche e soprattutto di rivivere, vivere ancora e rinascere:

“e tu lo sa lo sai il tempo non ci ferma
non funziona
e poi lo sai che io
io mi innamoro ancora

Amore per Ermal è tutto ciò a cui si tiene e che fa sentire vivi: il mondo emotivo dal quale il singolo costruisce la propria identità, il possesso con cui la afferma e potenzia, le passioni, i sogni e, soprattutto la musica che “ci cambia, ci trasforma,non ci abbandona ˮ.

È lo schopenhaueriano linguaggio del sentimento, coronamento supremo dell’amore per la vita, come rappresentazione e diretta oggettivazione della volontà universale.

La delicata voce, dal timbro chiaro, ma deciso, di Ermal Meta riesce a penetrare in profondità, nei luoghi più reconditi dell’animo umano, lì dove la sua raffinata penna si fa alta poesia, iscritta in un’accattivante musica ritmata che l’estate accoglie senza timori.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.