Aggressione atleta Italiana Daisy Osakue.

La notte scorsa, mentre rientrava a casa a Moncalieri è stata aggredita l’atleta italiana Daisy Osakue.

Nata a Torino da genitori nigeriani, l’atleta di 22 anni è la primatista italiana U23 di lancio del disco e rappresenta l’Italia anche nel getto del peso.

Daisy stava attraversando la strada e da un’auto in corsa è stato lanciato un uovo che l’ha colpita in volto causando un’abrasione della cornea che ha richiesto l’intervento medico. L’atleta ha rassicurato i suoi sostenitori riguardo la sua partecipazione ai prossimi europei di Berlino, ma l’episodio ha suscitato grande indignazione.

L’atleta pensa che la motivazione dell’atto violento sia il razzismo ma gli inquirenti hanno escluso questa pista sostenendo che un’auto come quella dell’aggressione dell’atleta italiana era stata già segnalata nei giorni scorsi per altre simili aggressioni. “Mi era già capitato di essere vittima di razzismo, ma fino ad ora erano stati soltanto attacchi verbali. Quando si passa all’azione, significa che si è superato un altro muro”, questa la dichiarazione della Osakue. Si attendono gli sviluppi delle indagini.

Tutto  mondo politico si è schierato dalla parte dell’atleta condannando apertamente il razzismo e gli atti violenti.


Stampa in PDF


I commenti sono chiusi.