I Millenials adorano Netflix per i contenuti “blacks”

In base ad un recente rapporto Cowen Insights i consumatori degli Stati Uniti utilizzano Netflix per guardare i contenuti video più di ogni altra piattaforma esistente. Il sondaggio ha sottolineato la massiccia diffusione della piattaforma streaming nelle case statunitensi, in particolare tra i Millennials.

Cowen ha rilevato che il 39% degli intervistati di età compresa tra i 18 e i 34 anni utilizza Netflix il più delle volte per visualizzare i contenuti video sulle proprie TV. Questo numero supera di gran lunga YouTube al 17%, la tv via cavo arrivata al 13% e Amazon Prime Video che ha ricevuto poco più del 3% delle preferenze.

Con la grande spinta su contenuti black, il suo vantaggio sui restanti concorrenti è in forte aumento. Se guardiamo agli spettatori televisivi tradizionali, Nielsen ha rilevato che show con cast prevalentemente afroamericano o con trama principale incentrata su un personaggio di colore sta attirando un pubblico di varie etinie.

“Le storie con un forte carattere o identità blak stanno attraversando i confini culturali per accaparrarsi un pubblico eterogeneo e avviare un dialogo”, ha dichiarato Andrew McCaskill, vicepresidente senior di Communications and Multicultural Marketing presso Nielsen.

CultureBanx ha scoperto inoltre che i servizi di streaming con una portata molto più ampia rispetto alla TV tradizionale, hanno molto da guadagnare scommettendo su contenuti culturali. Gli analisti di Cowen affermano infatti che l’investimento della società in contenuti episodici di alta qualità (di tutti i generi) e nei lungometraggi, sta assicurando loro le preferenze del pubblico. Netflix ha già 125 milioni d’iscritti in tutto il mondo e quest’anno prevede di investire quasi 8 miliardi di dollari in contenuti originali. Le azioni della società sono aumentate di oltre il 105% da inizio anno.

Sotto il peso della vasta portata di Netflix, quando si tratta di spettatori non è solo YouTube a vacillare. Tra le persone che non hanno mai usato la tv via cavo e coloro che hanno cancellato l’abbonamento, lo sreamer e’ ancora al secondo posto con il 24%.

Con la produzione di show e special con nomi quali Kevin Hart, Zendaya e Rashida Jones, Netflix sta aumentando la sua volontà di creazione e distribuizione di contenuti per giovani spettatori di colore, che è esattamente il profilo demografico con cui Cowen vede la forte connessione della piataforma con i suoi abbonati.

Nonostante rimane in testa, Netflix potrebbe aver bisogno di tenere d’occhio il gigante tecnologico Apple, dato che ha appena firmato un contratto con la “Signora dei media” Oprah Winfrey. Apple ha anche dichiarato che è disposta a investire fino a 1 miliardo di dollorari in contenuti originali per il 2018.Cowen inoltre ha stimato che Netflix ha diffuso un tempo record di 452 ore di programmazione originale negli Stati Uniti, rappresentando così un aumento del 51% rispetto all’anno scorso.


Download PDF


I commenti sono chiusi.