MOLLY’S GAME: la vera storia di una campionessa

In tutte le sale, racconta la vera storia di Molly Bloom, campionessa olimpica di scii freestyle poi giocatrice di poker. In seguito ad un incidente sugli scii L’FBI comincerà ad indagare nella sua vita. La sceneggiatura rende il film impeccabile. Si approfondiscono bene i protagonisti e lo spettatore viene travolto allo stesso modo in cui gli eventi travolgono Molly.

Molly è una forza culturale, intelligente e sarà un’imprenditrice di successo. La sua potenza sessuale non è fisica, ma psicologica e attraverso questa cattura lo spettatore. Gestisce un team composto da sole donne che vengono valorizzate per le loro abilità.

Una tematica importante nella pellicola è quella dl rapporto padre-figlia.

L’unica pecca nella pellicola è il montaggio che troppo frenetico non ha un picco.

I commenti sono chiusi.