Monete d’oro romane ritrovate a Como

Un ritrovamento straordinario è stato effettuato a Como nei giorni scorsi. Durante uno scavo privato nel centro di Como è stata ritrovata un anfora con circa 300 monete d’oro di epoca romana ed altri oggetti. Il ritrovamento è avvenuto durante i lavori di ristrutturazione del teatro Cressoni, abbandonato da una ventina d’anni e prima cinema, teatro a cavallo del 1900, e in antichità, dal 1300 al 1700, area religiosa con la presenza di un convento e di una chiesa.

Una scoperta senza eguali. Si tratta di 300 monete circa da 4 grammi e mezzo che possono essere collocate non oltre il 474 d.C., è stato poi trovato anche una sorta di piccolo lingotto sempre d’oro ma per il momento è stato analizzato solo il primo strato di 27 monete.

«Per me questo è un caso epocale, uno di quelli che segna il percorso della storia. Non siamo ancora in grado di capirlo, ma è un messaggio che ci arriva dai nostri antenati», ha detto il ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli alla presentazione della grande scoperta a Milano.

Potrebbe trattarsi di un deposito di una cassa pubblica, è poco probabile l’ipotesi di un tesoro privato data la consistenza del tesoro e dal fatto che le monete erano sicuramente impilate.

Secondo il Ministro il tesoro dopo le dovute analisi potrebbe ritornare a Como: «Secondo me se i reperti sono stati trovati in un posto, appartengono a chi in questo posto ci vive. »

I commenti sono chiusi.