7.9 C
New York

Abusa di sei studentesse, arrestato tecnico di laboratorio della Federico II

Le indagini partite da una delle vittime che ha denunciato i palpeggiamenti.

Pubblicato il :

È stato posto ad una misura cautelare domiciliare Giovanni Migliaccio, il 64enne tecnico di laboratorio della Federico II a Napoli, per aver abusato di sei studentesse del corso di Biologia.

Le indagini sono partite a seguito della denuncia di una delle studentesse coinvolte negli abusi, che ha raccontato di come Migliaccio nel Novembre 2021 l’avesse palpeggiata e toccata nelle parti intime mentre lei era intenta ad eseguire un test al microscopio, nel laboratorio dell’Università.

Da questa segnalazione sono partiti gli accertamenti in cooperazione con l’organismo interno dell’Università, che nel frattempo aveva disposto l’allontanamento del tecnico ad altra sede, non a contatto con gli studenti. E’ emerso così che gli atti libidinosi ai danni delle studentesse facevano parte di un comportamento reiterato negli anni, difatti oltre alla ragazza che ha denunciato Migliaccio, altre cinque ragazze hanno raccontato di aver subito gli stessi abusi, e di come in alcuni casi il solo pensiero di dover entrare in laboratorio provocasse ad alcune di loro veri e  propri attacchi di panico.

Le vittime, inoltre, hanno informato genitori, fidanzati, docenti e, qualcuna, si è anche recata in un centro antiviolenza. Per il giudice la misura cautelare emessa nei confronti dell’indagato, peraltro rafforzata dal divieto di comunicare con persone diverse da quelle che si occupano della sua assistenza, si è resa necessaria non solo in quanto il 64enne si è reso protagonista di abusi sessuali reiterati, ma anche perché ritenuto assolutamente “incapace di contenere i suoi impulsi sessuali”.

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img