6.2 C
Napoli

Gravi le condizioni del giovane accoltellato la notte di capodanno

Ricoverato ad Avellino, dopo un arresto cardiaco ora è in condizioni critiche in rianimazione.

Subito dopo il brindisi di mezzanotte il giovane con il fratello si erano recati in uno dei locali della zona barretti per trascorrere una serata di festa.

Aggrediti da altri due giovani, il ragazzo ha avuto la peggio, trasportato in condizioni critiche all’ospedale di Avellino le condizioni del giovane ferito restano gravissime: è stato raggiunto da tre coltellate all’addome, alla schiena e, quella più grave, al collo all’altezza della carotide. Dopo aver subito un arresto cardiaco, è stato operato e trasferito nel reparto di rianimazione dell’ospedale avellinese.

Secondo le indagini delle forze dell’ordine, l’aggressione è avvenuta all’alba di ieri nel parcheggio di un bar in via Nazionale Torrette e avrebbe avuto origine da un diverbio tra gli indagati e la vittima avvenuto in un locale dove festeggiavano il Capodanno.

Sempre nella mattina del primo giorno dell’anno , due degli aggressori, accompagnati dal loro legale avvocato Gaetano Aufiero, si erano costituiti alla Squadra Mobile di Avellino Nico Iannuzzi e Luca Sciarrillo, entrambi ventenni, per i quali il Gip del tribunale di Avellino ha disposto lo stato di fermo e il trasferimento in carcere con l’accusa di tentato omicidio.

Nell’ore immediatamente precedenti i carabinieri hanno provveduto alla perquisizione della casa del fratello dello Sciarrillo dove sono state rinvenute ingenti quantitativi di sostanze illecite. Il giudice aveva dunque posto in arresto anche lui

Le condizioni del povero ferito restano gravi, si attendono le prossime ore per conoscere la prognosi di una notte di follia.

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img