6.2 C
Napoli

Scontri tifosi A1: arrestato il primo ultras del Napoli

Il riconoscimento avvenuto grazie ai video relativi gli scontri tra tifosi napoletani e romanisti presso l’area di servizio Badia al Pino in provincia di Arezzo.

Antonio Marigliano, 35 anni, è il primo ultras napoletano arrestato dalla Digos per gli scontri avvenuti ieri sulla A1 tra tifosi romanisti e partenopei.

 Il tifoso partenopeo ha precedenti ed è aderente al gruppo ultras “Brigata Carolina” della curva A dello stadio Diego Armando Maradona.

Accusato di essere possesso di oggetti atti ad offendere nei luoghi interessati dal transito di coloro che assistono a manifestazioni sportive (art 6 ter della legge 401/89).

L’uomo è stato denunciato per rissa aggravata, in seguito al riconoscimento avvenuto grazie ai video relativi gli scontri tra tifosi napoletani e romanisti presso l’area di servizio Badia al Pino in provincia di Arezzo.

Nei prossimi giorni Marigliano, difeso dall’avvocato Emilio Coppola, sosterrà l’udienza di convalida davanti al giudice.

Altri due ultras sono stati arrestati a Roma dalla Polizia.

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img