6.6 C
Napoli

Mal di pancia e arresti cardiaci: bimba di 3 anni muore al Santobono

Dopo la denuncia dei genitori è stata aperta un’inchiesta sulla morte della piccola.

La piccola è stata ricoverata al Santobono nella notte tra domenica e lunedì. «Non aveva patologie pregresse, stava benissimo e non sappiamo cosa sia accaduto», fa sapere l’avvocato della famiglia

Il calvario della piccola Elena Cella è durato quasi 48 ore. Il cuoricino della bambina di tre anni e mezzo ha smesso di battere martedì intorno alle 13 all’ospedale Santobono di Napoli, dopo due trasferimenti e tre arresti cardiaci.

La tragedia comincia nella notte tra domenica e lunedì, quando a causa di un forte mal di pancia i genitori portano Elena al pronto soccorso. Dai primi esami si evidenzia uno scompenso dei valori e un picco diabetico. Di qui il trasferimento dall’ospedale Santobono al Vecchio policlinico “Vanvitelli”, dotato di un reparto specializzato in Diabetologia pediatrica. Ma nella mattina di lunedì, dopo un arresto cardiaco Elena viene trasferita nuovamente al Santobono, dove c’è la rianimazione pediatrica. Nel pomeriggio un secondo arresto cardiaco, gestito dai medici, ma le condizioni della bimba precipitano definitivamente martedì mattina, con un terzo arresto cardiaco dal quale non si è ripresa.

La famiglia della bimba, sotto choc per l’accaduto, ha fatto sapere, tramite l’avvocato Enrico Ricciuto, che Elena non aveva patologie pregresse ed era in buone condizioni di salute. Dopo la denuncia dei genitori è stata aperta un’inchiesta sulla morte della piccola.

Il legale ha dunque presentato una denuncia contro ignoti ai carabinieri, che hanno sequestrato le cartelle cliniche in entrambi gli ospedali. Ora sarà l’autopsia disposta dalla Procura, che sarà eseguita nei prossimi giorni, a stabilire cosa abbia causato il mal di pancia iniziale e le cause della morte.

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img