6.2 C
Napoli

15 medici indagati per la morte di una bambina in un ospedale a Napoli

Si attendono ulteriori sviluppi.

La scorsa settimana, nell’ospedale pediatrico di Napoli, è deceduta Elena Cella, una bambina di appena tre anni e mezzo, dopo aver avuto tre arresti cardiaci in due giorni. La piccola era stata ricoverata nella notte tra l’8 e il 9 gennaio al Santobono per un forte mal di pancia, ma le sue condizioni di salute erano peggiorate nel giro di poche ore.
Dagli esami effettuati in ospedale era stato riscontrato inizialmente un picco glicemico, riconducibile ad un possibile diabete infantile. I genitori hanno così portato la bambina al reparto di Diabetologia del Vecchio Policlinico Vanvitelli: qui ha cominciato a vomitare e, dopo una tac, è emersa la presenza di un’ulcera gastrica. In quelle ore la piccola è stata colta dal primo infarto e così è stata riportata al Santobono dove è presente la Terapia Intensiva Pediatrica. Nelle ore successive sono poi sopraggiunti gli altri due infarti ed è successivamente defunta nella mattinata di martedì.
Sulla sua morte sono stati indagati quindici medici del reparto di Diabetologia del Vecchio Policlinico e dell’ospedale Santobono; lo riporta Il Mattino.
L’indagine è scattata dopo la denuncia da parte dei genitori della bambina, che si sono recati immediatamente alla caserma dei carabinieri del Vomero poche ore dopo l’accaduto. Gli inquirenti intanto ipotizzano l’omicidio colposo in ambito sanitario e hanno disposto per venerdì il conferimento dell’incarico ai periti che successivamente eseguiranno l’autopsia sulla salma.
Si attendono ulteriori sviluppi.

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img