6.2 C
Napoli

Forze dell’ordine e militari a difesa dell’ambiente

Sequestrata area di circa 2500 metri quadri , conteneva rifiuti e incendi di sostanze tossiche.

Non si ferma l’attività di tutela ambientale dell’arma dei carabinieri e delle forze dell’ordine. Durante una serie di operazioni volte alla tutela ambientale, l’azione coordinata di carabinieri ed esercito ha permesso di mettere sotto sequestro un’intera area ove venivano sversati rifiuti ingombranti e creati falò per lo smaltimento. È accaduto a Qualiano  i carabinieri della locale stazione hanno effettuato un servizio mirato al contrasto dei reati ambientali. Durante un controllo presso una rivendita di veicoli con autolavaggio annesso lungo la Circumvallazione esterna gli agenti hanno denunciato il titolare. Dagli accertamenti sarebbe emerso che l’attività era priva delle previste autorizzazioni ambientali e della documentazione della prevenzione degli incendi. L’area di circa 2500 metri quadri è stata sequestrata insieme a 20 metri cubi di rifiuti tra pneumatici, materiale tessile e vari contenitori. Un piccolo traguardo verso la gestione di un problema, quello ambientale che appare ancora una volta irrilevante rispetto ai profitti che un cattivo smaltimento può dare. Un plauso alle forze dell’ordine che continuano a contrastare questo tipo di reato, in una regione, la Campania, ove il numero di pazienti oncologici è sempre alto e l’inquinamento ambientale ne è sicuramente un fattore scatenante.

 

Related articles

spot_img

Recent articles

spot_img