De Luca, terza dose: "E' l'unico strumento per non dover chiudere le scuole nei prossimi mesi"

Dopo le due dosi di vaccino già ricevute anche la terza è in arrivo, in primis per chi ha superato il sesto mese dall'ultima somministrazione. Proprio su questo argomento si è pronunciato recentemente il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che difende e supporta profondamente il vaccino e la sua prossima dose.

Scuole e Università sono la priorità di De Luca per l'emergenza Covid19: a loro Asl e Ospedali devono garantire subito la terza dose di vaccino e in particolare a coloro che hanno già oltrepassato la soglia dei sei mesi dall' ultima somministrazione. In effetti, gli spazi costantemente esposti a un contagio diretto, spesso imprevedibile, restano aule scolastiche e universitarie, all'interno delle quali il rispetto delle norme sanitarie ancora in vigore si assottiglia progressivamente - soprattutto l'utilizzo della mascherina. Ovviamente non si fa solo riferimento al comportamento all'interno delle strutture, ma soprattutto a quello che gli studenti assumono loro esterno, dove, fuori dal controllo degli addetti - che spesso in realtà contribuiscono al disordine -, i ragazzi si abbandonano all'anarchia. 

Proprio perchè la conclusione di questa tragedia globale è a quanto pare ben distante, il Presidente della Regione Campania ha ribadito ancora una volta l'importanza del vaccino e, con uno sguardo al futuro, della sua prossima terza somministrazione. Ecco le sue parole:

«E' l'unico strumento per non dover chiudere le scuole nei prossimi mesi. L'obiettivo è garantire la piena tutela della popolazione scolastica dove insiste il maggior numero di non vaccinati dai 15 anni in giù, un pericoloso canale di contaminazione non solo per studenti e docenti ma anche per le famiglie. Con la terza dose è stata già completata la vaccinazione per tutto il personale delle Rsa. Contestualmente al personale scolastico, si continuerà con la terza dose a tutto il personale sanitario e ai pazienti fragili. Ma occorre entro novembre richiamare alla vaccinazione tutto il personale scolastico e universitario» (ANSA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top