La Musicoterapia e i suoi strumenti…!

Le caratteristiche

Le caratteristiche basilari di cui sono dotati gli strumenti usati in Musicoterapia vengono classificate in questo modo:

  • possedere forme e dimensioni differenti in modo tale da consentire ai pazienti di spaziare con la fantasia;
  • permettere spostamenti liberi;
  • permettere che l'utilizzo degli strumenti a disposizione stimoli la comunicazione;
  • costruiti con materiali diversi per lo più con materiali naturali quali legno, la pelle ed il cuoio;
  • di facile e libero utilizzo.

Esiste una particolare classificazione degli strumenti corporeo - musicali da utilizzare in Musicoterapia messa a punto da Benenzon nel 1993. Essa prevede sei diversi mediatori musicali:

  1. Corporali: il corpo dell'uomo può essere considerato lo strumento più importante di cui si dispone. Esso è il primo strumento di cui si avvale il rapporto madre e feto e diventa poi lo strumento ritmico primario nella relazione tra madre e neonato poiché risulta essere legato ad intensi percorsi esperienziali. Inoltre alla funzione strumentale emerge anche quella motorio - espressiva in quanto il corpo delinea, mima, interpreta e rappresenta.
  2. Naturali: sono gli oggetti che si trovano i natura e che sono in grado di produrre suoni senza la manipolazione umana (ad esempio, il rumore della pioggia che cade).
  3. Quotidiani: si tratta di quegli strumenti di utilizzo quotidiano e giornaliero in grado di produrre suoni per il semplice fatto di essere usati in un certo modo (ad esempio, riempire d'acqua un bicchiere).
  4. Creati: sono strumenti ideati e realizzati dall'uomo con diversi materiali, al fine di attuare una comunicazione attraverso il loro utilizzo.
  5. Musicali: essi possono essere convenzionali, non convenzionali, folkloristici e primitivi. I primi sono fabbricati industrialmente o in maniera artigianale ed appartengono alla cultura del soggetto e del terapista. La differenza di questi strumenti con quelli non convenzionali coincide proprio con il fatto che questi ultimi non appartengono alla cultura del soggetto. Per quanto riguarda gli strumenti folkloristici, essi sono prodotti artigianalmente e sono caratterizzati da una marcata impronta etnica. Infine gli strumenti primitivi hanno un carattere etnico simile a quelli folkloristici ma la loro origine è remota e solitamente hanno un impatto più lieve sull’identità sonora del soggetto.
  6. Elettronici: sono tutti gli strumenti utilizzati per introdurre i suoni (ad esempio, il giradischi, il sintetizzatore, il lettore compact – disc).

Benenzon inoltre fornisce un’ulteriore classifica strumentale inerente all’uso comportamentale. Qualsiasi strumento ha la possibilità di essere utilizzato in modi diversi:

  • oggetto sperimentale: lo strumento è considerato di sperimentazione nel momento in cui il soggetto ha la necessità di toccare e suonare istintivamente, sperimentandone la percezione tattile, la forma e il suono.

 

  • oggetto catartico: lo strumento musicale funge da sfogo, il soggetto che lo utilizza scarica le tensioni in eccesso ottenendo conseguentemente una sensazione gratificante.

 

  • oggetto difensivo: lo strumento diviene un mezzo dietro cui proteggersi e nascondere le proprie preoccupazioni. Spesso, coloro che utilizzano lo strumento in questo modo, hanno l'abitudine di muovere solo le parti del corpo necessarie a produrre determinati suoni.

 

  • oggetto incorporato: lo strumento musicale non viene usato per produrre suoni ma accarezzato e manipolato come se fosse semplicemente una parte del corpo. Questa modalità di utilizzo è molto frequente ne soggetti autisti.

 

  • oggetto intermediario: qualsiasi oggetto in grado di essere uno strumento di comunicazione con finalità terapeutiche, senza destare stati di allarme o di ansia. Questa categoria di oggetti si sostituiscono al legame fisico, mantenendo una certa distanza tra i partners comunicativi e consentendo la comunicazione.

 

  • oggetto intermediario corporale: coincide con il corpo in quanto il primo oggetto intermediario della comunicazione tra madre e neonato è il corpo materno.

 

  • oggetto integratore: questa tipologia di oggetti è in grado di agevolare il passaggio di energia comunicativa tra più di due persone rendendo attivi in contemporanea diversi canali comunicativi.

 

Gli strumenti musicali hanno una carica verso coloro che li utilizzano davvero speciale e se utilizzati con costanza e dalle persone adatte hanno effetti davvero sorprendenti. Oggi, infatti, ricorre l’anniversario della morte di Lucio Battisti un grande artista che attraverso tanti strumenti musicali ha segnato l’epoca della cultura e del costume italiani, legittimato quale vero e proprio genio della musica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

....

Raccontiamo nuove storie

Commenta

Top