Nola: 14enne in ospedale per abuso di alcol. Chiuso bar

post-title
Fonte Immagine: pixabay

I dipendenti del bar hanno servito alcol a un gruppo di minorenni.

La Polizia ha chiuso per 10 giorni un bar di Nola.
Il personale ha servito, lo scorso 30 luglio, alcol a un gruppo di minorenni e una ragazza di soli 14 anni è finita in ospedale.
 
I ragazzi avevano dichiarato al personale del bar di essere minorenni al momento della richiesta dell'alcol.
Così sono stati invitati dal personale a bere all'interno, per evitare che qualcuno li notasse in strada.
 
La situazione è però precipitata quando una ragazza si è sentita male ed è stata trasportata al Pronto Soccorso dell'ospedale Santa Maria delle Grazie da Nola in codice rosso. La diagnosi: abuso di alcol.
 
In seguito al ricovero della 14enne, i poliziotti hanno ricostruito l'accaduto e il bar di Nola, in provincia di Napoli, è scattata la sospensione per dieci giorni.
 
I poliziotti del commissariato locale hanno ascoltato gli amici della 14enne che erano con lei quella sera. Così è saltato fuori che non avevano comprato qualche bottiglia di nascosto e non si erano fermati a bere per strada, come si pensava all'inizio, ma lo avevano fatto in un bar di via Giordano Bruno.
La cosa che ha più colpito gli agenti è che i giovani non avevano mentito sulla loro età, ma pur dichiarando di essere minorenni, gli era stato venduto ugualmente l'alcol, unica condizione consumare all'interno del locale, non in strada.
 
Al termine delle indagini è arrivato il provvedimento, firmato dal Questore di Napoli: 10 giorni di sospensione dell'attività di somministrazione al pubblico.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta