“lasciati andare” Tony Servillo torna al cinema con una commedia

Toni Servillo lo sosteneva da tempo: al cinema mi piacerebbe fare una commedia‎. Ed eccolo qua, psicanalista annoiato dal lavoro e dalla vita, travolto da un ciclone che ha l’aspetto di una personal trainer bellissima ma anche incasinata, nel film di Francesco Amato ‘Lasciati andare’, tra poco nelle sale.

Si intitola “Lasciati andare” il nuovo film con Toni Servillo, al cinema dal 13 aprile su distribuzione “01”. La commedia, diretta da Francesco Amato e prodotta da Cattleya con RaiCinema, segna il ritorno sul grande schermo del’attore e regista, scritturato anche per il “Pinocchio” di Matteo Garrone (dove interpreterà Geppetto), in uscita nel 2018. Nel cast di “Lasciati andare” anche Carla Signoris, l’attrice spagnola Veronica Echegui, Luca Marinelli e Vincenzo Nemolato. Elia (Toni Servillo) è uno psicanalista, annoiato dalla professione e da un’esistenza in cui tiene tutti a distanza di sicurezza, compresa la sua ex moglie Giovanna (Carla Signoris). Finché un giorno, a causa di un lieve malore, è costretto a mettersi a dieta e a iscriversi in palestra. Ed è così che nella sua vita irrompe Claudia (Veronica Echegui), una personal trainer eccentrica, con il culto del corpo, nessun timore reverenziale per i cervelloni fuori forma come lui e un’innata capacità di trascinare nei suoi casini chiunque le capiti a tiro. Uno di questi casini si chiama Ettore (Luca Marinelli). “Mi sono divertito molto, in effetti. Avevo alle spalle in chiave più ironica sia Viva la Libertà, di Andò, dove il tema si faceva politico ed È stato il figlio di Ciprì, che virava sul grottesco. In Lasciati andare, titolo che restituisce perfettamente l’idea di fondo, sono uno psicanalista abbastanza precipitato nella routine che, grazie all’amicizia con questa giovane trainer che deve farlo dimagrire, apprende qualcosa in più sulla vita e su come essere anche inconsapevolmente utili al prossimo” dice l’attore in un’intervista, entusiasta di cimentarsi per la prima volta nel genere della commedia. “Nessuno ha mai parlato di guarire. Tutt’al più possiamo riflettere sui motivi della sua sofferenza”: questo il massimo della speranza che lo “psicanalista” ci propone di un’anomala ‘commedia freudiana’, nella quale ritroviamo il celebre attore campano in una serie di situazioni al limite del tragicomico. La 01 Distribution ha rilasciato online il trailer ufficiale della pellicola che uscirà nelle sale il prossimo 13 aprile e fin dalle premesse il film sembra unico nel suo genere. Sicuramente un attore del calibro di Servillo, acclamato a livello internazionale, è una garanzia per una commedia che sembra avere tutte le carte in regola per diventare un successo assicurato.


Stampa in PDF


Sei arrivato fin qui

  Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge il Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.  

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.  

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.  

Grazie, Amerigo D'Amelia

I commenti sono chiusi.