Morto Alessandro Pansa, vicedirettore Feltrinelli

Lutto in casa Feltrinelli: qualche giorno fa, all’età di 55 anni, si è spento Alessandro Pansa, vicepresidente della nota casa editrice,  figlio del giornalista e scrittore Giampaolo.                                                              Alessandro, uomo di grande cultura, laureato alla Bocconi di Milano,  appassionato di storia e filosofia, era attualmente docente alla Luiss, ma la sua carriera ha attraversato vari ambienti e competenze. Originario di Mortara, in provincia di Pavia, Alessandro  ha infatti lavorato all’ufficio Studi di Unicredit, entrando in Finmeccanica, divenendone amministratore delegato e rimanendoci fino al 2014. Esperto di finanza, ha coltivato una conoscenza profonda anche dell’industria, frequentando la prestigiosa “Business Administration Graduate School” della New York University. Nel novembre del 2005 era stato nominato presidente di Ansaldo Sts, società del gruppo, venendo confermato nel 2008 e nel 2011; ha curato la quotazione in Borsa della società nel febbraio del 2006. Non sono state rese note le cause del decesso.


Stampa in PDF


Sei arrivato fin qui

  Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge il Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.  

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.  

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.  

Grazie, Amerigo D'Amelia

I commenti sono chiusi.