Elisabetta II: una vita da favola

È quasi impossibile pensare di mantenere una carica di così grande importanza simbolica come quella di regina del Regno Unito per oltre 64 anni, così come Elisabetta II ha fatto sin dal 6 febbraio 1952, quando ricevette la notizia della morte di suo padre mentre si trovava in una zona remota del Kenya per un lungo tour dei paesi del Commonwealth.
La tranquilla vita della famiglia di Elisabetta era stata già sconvolta nel dicembre 1936, quando suo zio – salito al trono come Edoardo VIII – abdicò, portando il padre della futura regina al potere come Giorgio VI. Elisabetta, nata terza in linea di successione al trono di suo nonno Giorgio V, si trovò così ad essere prima giovane erede al trono di suo padre, divenendo di grande interesse per la stampa nazionale.

[ihc-hide-content ihc_mb_type=”show” ihc_mb_who=”1,2,3″ ihc_mb_template=”1″ ]Nata nel distretto di Mayfair a Londra e battezzata nella cappella privata di Buckingham Palace, Elizabeth Alexandra Mary ereditò il nome di sua madre, della sua bisnonna paterna – regina di Danimarca – e di sua nonna.[/ihc-hide-content]

Sei arrivato fin qui

  Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge il Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.  

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.  

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.  

Grazie, Amerigo D'Amelia

I commenti sono chiusi.