Avellino si prepara alle Amministrative 2018

Avellino si prepara alle elezioni amministrative del 10 giugno 2018. I candidati a sindaco non risparmiano colpi in questa campagna elettorale che sa ancora troppo di passato e vecchi rimpasti .

Il capoluogo Irpino, baluardo di vecchi poteri ancora troppo forti, si prepara alle Amministrative 2018. I candidati a sindaco che si contendono l’ambita poltrona il prossimo 10 giugno sono ben otto: Luca Cipriano con la lista Mai più, Vincenzo Ciampi candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle, Nadia Arace con la lista Si può, Bello Giuliano candidato a sindaco con Casapound, Massimo Passaro con la lista I cittadini in movimento, Dino Preziosi candidato a sindaco di una piccola coalizione che vede uniti Fratelli d’Italia e la lista La svolta inizia da te, Nello Pizza candidato a sindaco per la grande coalizione che vede uniti il Partito Democratico, la lista Libera Progressista, la lista Avellino Democratica, la lista Avellino rinasce, la lista Avellino è popolare, la lista Davvero, la lista Insieme protagonisti; Sabino Morano candidato a sindaco per la coalizione che vede insieme la lista Forza Italia, la lista Lega Salvini Campania, la lista Democrazia Cristiana e la lista Noi con Avellino.

Il 10 giugno si avvicina e la campagna elettorale ad Avellino si fa sempre più serrata. Fra vecchi troppo noti registi e nuove comparse i temi cari alle campagne elettorali nel capoluogo irpino non hanno tardato ad arrivare. Cultura, commercio, economia, sport, periferie, trasporti, edilizia scolastica, star up, città del benessere….insomma, nulla è lasciato al caso in questa agguerrita competizione che vede i candidati a sindaco attraversare la città in lungo e in largo, visitando anche le periferie, divenute tema caldo di queste ultime settimane.

La trama da politica di carattere provinciale non è cambiata ad Avellino, ci si illude che siano cambiati gli attori protagonisti ma il cittadino avellinese è consapevole che neanche questo è ancora avvenuto…e in attesa del 10 giugno ci si accomoda per assistere alle ultime scene di uno spettacolo dal sapore di ‘già visto’.


Stampa in PDF


Sei arrivato fin qui

  Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge il Corriere della Campania senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.  

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi del Corriere della Campania e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.  

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.  

Grazie, Amerigo D'Amelia

I commenti sono chiusi.