Calciomercato: Napoli attendista, Granata frenetici.

Continua l’atteggiamento attendista degli azzurri sul fronte mercato, consapevoli che le migliori occasioni si presenteranno nella fase finale.

Volge al termine la lunghissima fase interlocutoria dell’attuale sessione di mercato,  durata 40 giorni e caratterizzata dalla mancanza di novità di rilievo in casa azzurra. Da oggi in poi, a venti giorni scarsi dallo stop alle trattative e a dieci giorni dall’inizio del campionato, s’inizierà finalmente a fare sul serio e a mettere mano al completamento della rosa affidata a Luciano Spalletti. Le caselle da coprire sono quelle emerse, ancora una volta,  nell’ultimo summit di mercato andato in scena nella giornata di ieri e vale a dire un centrale, un laterale difensivo sinistro e un centrocampista. Operazioni impegnative e rispetto alle quali il lungo lavorio del direttore sportivo Giuntoli dovrà gioco forza dare riscontri concreti fin dai prossimi giorni.

In assenza di novità particolari in entrata, le uniche notizie che sembrano certe sono quelle relative alle cessioni  di Luperto all’Empoli e  di Tutino al Parma entrambe in via di definizione.

Continua la ressa di nomi per quanto riguarda, invece, i ruoli da coprire, al solito Emerson Palmieri , per quanto riguarda la fascia sinistra, si affianca il nome di Pervis Estupinan difensore ecuadoriano ventitreenne in forza agli spagnoli del Valencia. Mentre per quanto riguarda la mediana il  nome che con maggiore insistenza viene accostato al Napoli è quello di Berge, centrocampista norvegese dello Sheffield United di cui dalla Spagna, negli ultimi giorni, è rimbalzata la voce di un accordo già fatto per 14 milioni  più bonus.

Notizia quest’ultima mai confermata dalla società azzurra che continua a guardarsi intorno alla ricerca della soluzione migliore per il centrocampo, così al nome di Berge si aggiunge  anche quello di Serì, centrocampista ivoriano trentenne già in passato oggetto di attenzioni da parte del  Napoli. Non è una novità che ai due Spalletti preferirebbe Vecino che già conosce e per il quale non sarebbe necessario un periodo di adattamento al nostro campionato.

Sul fronte delle cessioni “pesanti” continuano le voci relative a un presunto interessamento del PSG per Koulibalymentre sembra che qualche offerta interessante sia arrivata in sede anche per Ospina.

Per quanto riguarda il capitolo relativo al rinnovo di Insigne sembra che si vada verso la conferma del capitano azzurro anche per la prossima stagione con o senza il prolungamento della scadenza contrattuale prevista per il 2022.

 

Salernitana: continua il completamento della rosa.

Continua, in casa granata, l’attività di completamento della rosa che tra una decina di giorno farà il suo esordio in Serie A. A tenere banco è l’operazione Simy,  data più volte come vicinissima alla conclusione ma non ancora definita. L’attaccante nigeriano di proprietà del Crotone rappresenterebbe per i granata il classico botto di questo mercato, regalando a Castori, una punta che porterebbe in dote alla squadra una prolificità determinante. Continuano  i contatti ravvicinati con la Sampdoria che potrebbero portare a Salerno Chabot e Caprari per arricchire La Rosa che si aggiungerebbero a Bonazzoli. Notizia di ieri è l’offerta avanzata a Caceres navigatissimo laterale ormai in pianta stabile da diversi anni nel nostro campionato e  che si è riservato di valutare nelle prossime ore la proposta granata. Nel caso in cui dovesse andare a vuoto il tentativo per Simy il piano B previsto per il completamento dell’attacco è quello che porta ai nomi di Cerri e Nzola.

Per la mediana le attenzioni sono rivolte soprattutto a giovani di prospettiva come Kostanos di proprietà della Juventus. Ultima novità di questa intensa settimana di mercato è l’approdo in granata del portiere Fiorilloproveniente dal Pescara.

 

Benevento: due cessioni e due arrivi.

Settimana caratterizzata da due cessioni e due arrivi in casa giallorossa continuando così l’opera di rinnovamento della rosa del Ds Pasquale Foggia. Partono Schiattarella e Taibi, il primo si trasferisce al  Parma e il secondo al Rubin Kazan per la cifra di un milione e a titolo definitivo. Il terzino di origine tunisina lascia il Benevento senza mai aver giocato una partita in giallorosso dopo l’avvenuta acquisizione nella sessione invernale dell’ultimo calciomercato.

Arrivano invece alla corte di Mister Caserta il centrocampista Acampora dallo Spezia e il centrale difensivo Vogliacco che si trasferisce nel Sannio in prestito dal Genoa ma reduce dalla buona annata in Serie B con il Pordenone.

Ancora da interpretare il futuro di Ionita, Glik e Lapadula . Mentre per i primi due si è la ricerca di una soluzione ottimale per sgravare dei costi d’ingaggio il bilancio societario per Lapadula non dispiacerebbe a Vigorito rivederlo in giallorosso anche per la prossima stagione.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top