Napoli-Milan, una sconfitta che si poteva evitare

Le ragazze di Pistolesi non sfruttano la superiorità numerica e vengono battute dalle rossonere con la rete di Thrige. Il Napoli non riesce a trovare almeno il pareggio.

Al Piccolo di Cercola il Napoli femminile non riesce a strappare almeno 1 punto al Milan nonostante l’11 contro 10. Le partenopee potevano anche andare in vantaggio con il rigore, ma Goldoni sbaglia. Succede di tutto nel primo tempo: il Milan va in vantaggio con Thrige, fallisce il rigore, poi Codina viene espulsa.

LA PARTITA

Il Napoli ospita il Milan dell’ex Giacinti. I precedenti non sorridono alle azzurre, con l’attaccante sempre protagonista, senza pietà per la sua ex squadra. Si tratta comunque di un nuovo campionato, dove le partenopee sono reduci dal buon pari in terra veneta contro l’Hellas. Le rossonere hanno perso in casa col Sassuolo.

Dopo un inizio pericoloso con la combinazione Giacinti-Grimshaw, le azzurre provano a sfondare il muro rossonero. All’8’ Codina atterra Acuti in area concedendo il rigore. Dal dischetto si presenta Goldoni. Solo traversa per il capitano azzurro. Il Milan riparte subito in contropiede, ma il Napoli chiude tutto. Al 24’ Adami prova un tiro dalla distanza. È centrale, ma Aguirre non è ben posizionata e deve allungarsi. Sulla respinta arriva Thrige che spinge in rete. Il Napoli non reagisce allo svantaggio, subendo la pressione delle avversarie con Boquete che dribbla Di Marino e poi tira a limite dell’area. Aguirre si fa perdonare bloccando il pallone. Al 41’ Erzen tenta l’anticipo su Grimshaw, ma fa fallo. È rigore. Dal dischetto va Boquete. Aguirre indovina l’angolo e respinge. Si crea una mischia confusa, il Napoli riesce ad uscire a fatica. Parte il contropiede azzurro. Sulla fascia Codina fa fallo su Acuti. Il direttore di gara mostra il giallo e quindi il rosso alla milanista in prestito dal Barcellona. Le azzurre ora hanno il vantaggio della superiorità numerica. Il primo tentativo post espulsione è di Erzen, lanciata da sola in area. Giuliani interviene correttamente in scivolata. Il Milan però è sempre nella metà campo azzurra. Finisce 1-0 per le ospiti un primo tempo ricco di emozioni.

Il secondo tempo non cambia di molto il canovaccio rispetto al primo. Il Napoli ha difficoltà ad organizzarsi. Il Milan ci prova più volte con Giacinti di testa e con Grimshaw che viene anticipata dall’intervento di Aguirre. Al 57’ Bergamaschi si mette in proprio e inizia una cavalcata lunga che si conclude davanti alla porta. C’è il tiro, ma Aguirre dice di no. All’80’ le neoentrate Deppy e Popadinova sfiorano il vantaggio con la numero 10 che riceve nello stretto un pallone d’oro dalla greca. Il tiro è forte, ma centrale. Comodo tra le braccia di Giuliani. Al 90’ Erzen viene toccata in area, ma l’arbitro giudica regolare l’intervento. Tante le proteste delle azzurre, Di Marino è una furia e riceve il giallo.

IL COMMENTO

Il Napoli-Milan della quinta giornata di Serie A Tim Vision ci offre un match ricco di emozioni e di episodi. Ci sta perdere con una squadra più forte e candidata al titolo, ma perdere giocando male brucia di più. Pesa tantissimo il rigore sbagliato da Goldoni nel primo tempo. Il capitano azzurro gioca male, non incide. Partita a due facce, invece, quella di Aguirre. Il gol arriva perché il portiere azzurro non è ben posizionata e respinge il tiro come può. Nel corso del match si fa perdonare con grandi parate e addirittura un rigore parato a Boquete. Poi il Napoli non sfrutta la superiorità numerica e rischia anche di subire il raddoppio. L’ingresso di Deppy e Popadinova cambia volto all’attacco, dà più speranze, ma non basta. Un’occasione sprecata quella delle azzurre che, per quanto visto in campo, potevano strappare almeno il pari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top