Osimhen, il medico: “Le condizioni erano pessime, ma l’intervento è riuscito”

È stato un intervento complicato quello del nigeriano, ma il professor Tartaro ha assicurato suo successo. Da valutare i tempi di recupero, saranno 90 i giorni di prognosi.

Osimhen ha rischiato la carriera a causa dello scontro con Skriniar. Oggi, intorno all’ora di pranzo, si è conclusa l’operazione allo zigomo e all’orbita dell’occhio sinistro. Attraverso i suoi canali social il Napoli ha annunciato che l’intervento è perfettamente riuscito e vi sarà una prognosi di 90 giorni. Victor salterà sicuramente il Milan, in bilico la Coppa d’Africa.

Il numero 9 del Napoli si è infortunato proprio nel momento migliore della sua carriera. Finora ha segnato 5 gol in Serie A e 4 in Europa League. Due di questi li ha fatti al Leicester nella la strepitosa rimonta da 2-0 a 2-2 al King Power Stadium. Con Victor Osimhen, indubbiamente, il Napoli brilla di più.

L’intervento si è tenuto alla clinica Ruesh di Napoli. Il professor Giuseppe Tartaro, responsabile dell’equipe medica che ha operato Victor, è intervenuto all’emittente 1 Station Radio: “Non è stato un trauma da urto, bensì da compressione: la forza cinetica generata dallo schiacciamento del viso di Osimhen contro quello di Skriniar ha creato un danno devastante. Per ricomporre le fratture ho dovuto inserire sei placche e ben diciotto viti. È ancora presto per parlare di tempi di recupero perché l’intervento è stato davvero complesso: le condizioni del viso del calciatore erano pessime ma garantisco che l’intervento sia perfettamente riuscito".

Adesso Spalletti dovrà contare su Mertens e Petagna, nella speranza che al ritorno di Osimhen il Napoli sia ancora al lì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top