Show degli azzuri: Udinese battuta 0-4

Spalletti ne vince 4 su 4 ed ora il suo Napoli è in testa alla classifica da solo. Distaccata la Juve di 10 punti!

Termina con il punteggio di 4 reti a 0 in favore degli partenopei, la gara tra Napoli e Udinese alla Dacia Arena. Tante emozioni e reti decisive di Osimhen, Rrahmani, Koulibaly e Lozano.

Spalletti scende in campo con Ospina tra i pali; Mario Rui, Koulibaly, Rrahmani e Di Lorenzo in difesa; Anguissa, Fabián ed Elmas a centrocampo e Politano ed Insigne ai lati di Victor Osimhen.
Nessun cambio rispetto alla gara precedente, invece, per Luca Gotti: Silvestre in porta; difesa a tre con Becao, Nuytinck e Samir. Centrocampo composta da Arslan, Walace e Pereyra con Molina e Stryger Larasen sulle fasce. In attacco la coppia Deulofeu-Pussetto.

Il Napoli parte aggressivo sin dai primi minuti di gioco: scambi e verticalizzazioni premiano il gioco di Spalletti con i partenopei che trovano il gol al 24’ del primo tempo con Mario Rui che serve alla perfezione Insigne; il capitano tenta un pallonetto verso porta ed Osimhen calcia il pallone in rete prima dell’intervento del difensore friuliano. Pochi minuti dopo il Napoli sfiora il raddoppio con Fabian Ruiz che dalla sua mattonella scheggia in pieno il palo.
Il gol del raddoppio è rimandato al minuto 35 quando Koulibaly riesce a mettere un assist al bacio per Rrahmani che segna di testa il gol del 2-0 dopo uno schema perfetto su calcio di punizione.

Seconda frazione di gioco praticamente identica alla prima: il Napoli parte forte e non lascia respirare l’Udinese fino all’ultimo secondo di gioco. A 7 minuti dalla ripresa arriva anche il 3-0 firmato Kalidou Koulibaly; altro gol scaturito da uno schema su calcio d’angolo. Sta volta, l’assist è di Fabian Ruiz. Nel corso del match entrano in campo anche Lozano, Zielinski e successivamente Ounas e Petagna. Proprio il messicano, Hirving Lozano, insacca il gol del definitivo 0-4 all’ ‘84 su assit di Mario Rui.
Nel finale arriva anche l’esordio in Serie A di Alessandro Zanoli (classe 2000).

Espugnata Udine, il Napoli di Luciano Spalletti è in testa in classifica in solitaria. 12 punti su 12 disponibili conquistati con 10 reti fatte, 2 subite e 2 “clean sheet” (uno per Meret e uno per Ospina).
È un Napoli che diverte e c’è spazio per tutti nella festa del gol: infatti nelle 10 reti in campionato, ben 9 giocatori sono andati a segno (solo Koulibaly 2 volte).
Con la vittoria di stasera il segnale è chiaro: il Napoli c’è e lo vuole dimostrare!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Top